Sanità

dic172021

Covid, netta crescita di nuovi casi: il monitoraggio Iss. Ecco le regioni che passano in giallo

Covid, netta crescita di nuovi casi: il monitoraggio Iss. Ecco le regioni che passano in giallo

In netto aumento l'incidenza di casi Covid nel nostro Paese. L'Rt nazionale scende lievemente a 1,13 mentre sono 18 le Regioni e province a rischio moderato e 1 a rischio alto

In netto aumento l'incidenza di casi Covid nel nostro Paese, con 241 contagi ogni 100mila abitanti. L'Rt nazionale scende lievemente a 1,13 mentre sono 18 le Regioni e province a rischio moderato e 1 a rischio alto. Questi i dati principali contenuti nel report settimanale dell'Istituto superiore di sanità con i dati principali del monitoraggio della Cabina di regia, che segnala inoltre un forte aumento di nuovi casi non associati a catene di trasmissione e la crescita del tasso di occupazione delle terapie intensive.


In salita l'occupazione dei posti letto

Nel periodo 24 novembre - 7 dicembre 2021, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,13 (range 1,09 - 1,19), leggermente in diminuzione rispetto alla settimana precedente ma al di sopra della soglia epidemica. É stabile, ma ancora sopra la soglia epidemica, l'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero. Ancora in salita l'occupazione dei posti letto nei reparti ordinari e nelle terapie intensive. Lo rileva la Cabina di regia per il monitoraggio settimanale, nei dati resi noti dall'Iss. «Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 9,6% contro l'8,5%. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale - sottolinea l'Iss - sale al 12,1%». Nell'ultima settimana di monitoraggio una Regione è classificata a rischio alto, 18 Regioni risultano classificate a rischio moderato. Tra queste, tre Regioni sono ad alta probabilità di progressione a rischio alto, mentre per una Regione non è stato possibile valutare la progressione. Due Regioni sono classificate a rischio basso. Sono i dati della Cabina di regia riunita questa mattina e resi noti dall'Iss. Tredici Regioni riportano un'allerta di resilienza. Una Regione riporta molteplici allerte di resilienza. Nell'ultima settimana è in forte aumento il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (42.675 vs 37.278 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è in diminuzione (31% vs 34% la scorsa settimana). È in aumento la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (43% vs 40%), mentre è stabile la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (26% vs 26%).


Da lunedì alcune regioni in giallo. Ecco le regole

Da lunedì 20 dicembre Liguria, Marche, Provincia Autonoma di Trento e Veneto passeranno in zona gialla. E' questo l'indirizzo espresso dalla Cabina di regia che è stato poi recepito dall'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Il passaggio di colore è determinato dal superamento di tutti i parametri previsti riguardo a incidenza, ricoveri e terapie intensive. Rispetto alla zona bianca, la nuova colorazione, che durerà almeno 15 giorni, prevede un cambiamento per quanto riguarda l'uso delle mascherine: nella zona gialla devono sempre essere portate con sé e indossate a protezione delle vie respiratorie sia nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private che in tutti i luoghi all'aperto. Non vi è obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie quando, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantito in modo continuativo l'isolamento da persone non conviventi.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi