Sanità

apr202020

Covid-19, Ordine di Roma: 5000 visiere protettive gratis per i farmacisti

Covid-19, Ordine di Roma: 5000 visiere protettive gratis per i farmacisti

A tutela della sicurezza nello svolgimento della professione, l'Ordine di Roma distribuirà gratuitamente ai farmacisti impegnati sul campo 5000 visiere protettive da indossare insieme alla mascherina

A tutela dei profili di sicurezza dello svolgimento della professione farmaceutica, l'Ordine dei farmacisti di Roma distribuirà gratuitamente ai propri iscritti impegnati sul campo 5000 visiere protettive da indossare insieme alla mascherina, della quale non sono però né un sostitutivo né un'alternativa. Lo annuncia una nota dell'Ordine precisando che la distribuzione avrà inizio domani 21 aprile, e invita i colleghi a valutare l'opportunità di coordinarsi al fine di procedere a ritiri cumulativi, delegando un collega.

Protezione aggiuntiva

Si tratta di uno schermo in Pet atossico, antibatterico e anti-appannamento, che garantisce un'efficace barriera contro gli agenti esterni e in particolare contro il droplet, principale veicolo di contagio del coronavirus e - indossate insieme alla mascherina, della quale non sono però né un sostitutivo né un'alternativa - sono in grado di assicurare una maggiore protezione e di contribuire in modo concreto alla tutela della salute dei farmacisti, che fin dall'inizio dell'epidemia di Covid-19 sono tra i professionisti di prima fila e più esposti alla diffusione dei contagi in tutti i loro luoghi di lavoro: farmacie di comunità aperte al pubblico, ospedali e strutture del servizio sanitario regionale e parafarmacie. L'Ordine di Roma ne ha acquistate 5000 e le distribuirà a partire dal 21 aprile, data che coincide con la celebrazione del Natale di Roma, ricorrenza che viene così simbolicamente "festeggiata" con un'iniziativa che rappresenta non solo un piccolo regalo ai farmacisti della Capitale e della sua provincia, ma all'intera città, alla cui popolazione viene offerto, attraverso una più sicura erogazione del servizio farmaceutico, un concreto supplemento di protezione.

Croce: tutela dei colleghi e dei cittadini

«Mettere gratuitamente a disposizione degli iscritti le visiere protettive è certamente un modo per implementare il livello di sicurezza nel servizio, a tutela dei colleghi e delle migliaia di cittadini che ogni giorno entrano in contatto con loro - afferma il presidente dell'Ordine Emilio Croce -. Ma, nelle intenzioni del Consiglio direttivo dell'Ordine, vuole anche essere un modo tangibile per ringraziare ogni collega del suo quotidiano contributo alle migliori sorti di una professione che, nell'emergenza in corso, ha dimostrato e sta dimostrando una volta di più di essere indispensabile e di disporre di uno straordinario e insostituibile patrimonio di professionalità, dedizione, competenza e capacità di sacrificio. Oggi più che mai" aggiunge il presidente dell'Ordine "dobbiamo essere orgogliosi di essere farmacisti, al di là di ogni altro sentimento: le preoccupazioni, la stanchezza, l'amarezza di vedere il nostro servizio professionale non sempre considerato come merita dalle istituzioni. Siamo una certezza, una colonna portante della sanità del territorio e vorrei davvero che i nostri sguardi esprimessero la consapevolezza e la fierezza del nostro ruolo nelle migliaia e migliaia di contatti quotidiani che abbiamo ogni giorno con i cittadini. Sguardi che tutti potranno vedere e apprezzare anche attraverso le visiere protettive trasparenti messe a disposizione dall'Ordine».

Ecco come verranno distribuite

Le 5000 visiere protettive saranno distribuite a partire da domani con le seguenti modalità:
- alle farmacie aperte al pubblico saranno consegnate in confezione da tre pezzi per ciascun esercizio, grazie alla preziosa collaborazione delle tre cooperative Unico, Farla e Cef. Le stesse cooperative provvederanno alla consegna alle parafarmacie, in numero di una confezione per ciascun esercizio;
- per le farmacie comunali della Farmacap, le visiere saranno inviate, sempre in numero di una confezione da tre per ciascun esercizio, alla Direzione generale dell'Azienda speciale, che provvederà alla successiva consegna ai farmacisti dipendenti;
- per i farmacisti di Asl e ospedali, l'Ordine provvederà a inviare i dispositivi, in numero pari a quello dei farmacisti dipendenti, a ciascun Servizio farmaceutico delle sei Asl di Roma e provincia, che si farà poi carico della successiva consegna nella propria sede a ogni farmacista in organico;
- i farmacisti che non dovessero essere raggiunti dalle consegne perché operanti in altre strutture potranno ritirare le visiere negli uffici dell'Ordine (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 14,30), avendo cura di osservare le misure precauzionali disposte dai vigenti decreti emergenziali (rispetto delle distanze e obbligo di guanti e mascherina);
- analoga procedura dovranno seguire le farmacie che hanno in organico personale laureato superiore alle tre unità: anche in questo caso, le visiere mancanti potranno essere ritirate presso la sede dell'Ordine con le modalità descritte prima.
L'Ordine raccomanda agli iscritti che dovessero trovarsi nella condizione di dover ritirare le visiere nella sede sociale di valutare l'opportunità di coordinarsi al fine di procedere a ritiri cumulativi, delegando un collega, con un semplice atto scritto, al ritiro del proprio dispositivo. Ciò per ridurre - per quanto possibile - la mobilità e gli assembramenti negli uffici dell'Ordine, nel rispetto delle vigenti norme emergenziali.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO