Sanità

set162014

Cuore e ipertensione: a Milano e Verona farmacie in prima linea nella prevenzione

Cuore e ipertensione: a Milano e Verona farmacie in prima linea nella prevenzione
Ipertensione e malattie cardiache sono al centro di iniziative di prevenzione che vedono le farmacie attive in prima linea. La più recente si svolgerà nelle province di Milano, Monza e Lodi in occasione della Giornata mondiale per il cuore che ricorre il 29 settembre: i cittadini potranno effettuare gratuitamente un test per valutare la salute del proprio cuore e controllare eventuali fattori di rischio; sarà inoltre distribuito un opuscolo e sarà possibile ricevere informazioni relative alla prevenzione. «Abbiamo aderito con piacere all'iniziativa proposta dalla Fondazione Cuore - dichiara la Presidente di Federfarma, Annarosa Racca - perché riteniamo che la farmacia sia un luogo privilegiato per le campagne di prevenzione. In farmacia incontriamo moltissime persone, gli utenti ci raggiungono facilmente e per questo motivo possiamo veicolare messaggi e proporre iniziative di prevenzione con maggiore efficacia. Come il questionario di autovalutazione del rischio cardiovascolare che può dare al cittadino una maggiore consapevolezza sui propri fattori di rischio». A dare i primi risultati è invece l'ultima edizione della Giornata mondiale della lotta all'ipertensione conclusasi a maggio a Verona. Nei giorni scorsi Federfarma Verona ha reso noti i risultati di un'indagine condotta su 708 soggetti che mostra un calo di quattro punti (dal 23% al 19%) della percentuale dei veronesi che non si sono mai sottoposti alla misurazione della pressione arteriosa. A questo dato positivo, se ne affianca però uno inquietante: il 60% (in aumento rispetto al 53% del 2013) ha riportato valori a partire dai 130 e oltre i 160 mmHg. «Il fatto che la percentuale dei soggetti mai sottopostisi alla misurazione della pressione sia sensibilmente scesa dall'anno scorso significa - dice Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona - che l'azione sinergica di tutti gli operatori sanitari funziona». Ma sulle situazioni a rischio, alcune totalmente sconosciute ai soggetti stessi, Bacchini ammette che «dobbiamo lavorare ancora molto».

Renato Torlaschi

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO