farmaci

feb102011

Da curcumina, speranza per i danni neuronali da ictus

È in fase di sperimentazione un nuovo farmaco, per proteggere il cervello dai danni neuronali causati dall’ictus, che sfrutta l’azione della curcumina, componente attivo della curcuma. Attualmente, è disponibile una terapia di emergenza, l'Attivatore tissutale del plasminogeno, che viene somministrata tempestivamente per eliminare il trombo responsabile dell'ictus ischemico e ripristinare il corretto flusso sanguigno, prevenendo i danni neurali. Il nuovo farmaco, per ora testato su modelli animali di ictus, si sta dimostrando efficace nel proteggere i neuroni e nel favorire la loro riparazione, quando il trombo, che ha bloccato il flusso di ossigeno al cervello, ha già cominciato a danneggiare le cellule. Gli esperti, che avevano già alcune evidenze sull’attività della curcumina, hanno elaborato un farmaco ibrido, costituito dall’estratto naturale e da una molecola sintetica che aiuta la curcumina a entrare in fretta nel cervello per agire. I ricercatori restano ancora cauti sui risultati ottenuti e considerano prematuro il passaggio a una fase di sperimentazione clinica.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO