Sanità

mag22013

Da farmacista a farmacista, la dimissione ospedaliera può migliorare

L’East Lancashire hospitals Nhs Trust sta sviluppando un sistema elettronico che permetterà ai farmacisti ospedalieri di trasmettere le informazioni sui farmaci, dei pazienti in dimissione, direttamente ai farmacisti di comunità. L’iniziativa è stata presentata dal farmacista responsabile dei servizi clinici del Trust, Alistair Gray, durante il Clinical pharmacy congress, che si è svolto a Londra il 26 e27 Aprile scorso. Si tratta di comunicare al farmacista sul territorio come sono state modificate le terapie farmacologiche dei suoi utenti, per identificare quelli ai quali è opportuno offrire il servizio per i nuovi farmaci o il servizio di revisione di terapia già in corso. Il tutto dovrebbe avvenire tramite tablet, direttamente al letto del paziente e previo suo consenso, durante il ricovero e poi, il giorno prima della rientro a casa, andrebbe inviata una copia della lettera di dimissione al farmacista di zona, scelto dallo paziente stesso. «Si tratta di interventi basati sull’evidenza» ha spiegato Gray «che hanno dimostrato di fare la differenza in termini di aderenza alle terapie, esiti positivi e minori tassi di riammissione in ospedale». Fa parte di questo progetto anche la modifica delle schede farmaco, che sono state ridisegnate prevedendo spazi per l’inserimento di informazioni aggiuntive:

  • se si tratta di farmaco nuovo, o già prescritto prima del ricovero
  • l’indicazione del medicinale
  • se la dose è stata aumentata o ridotta.

Gray stima che scrivere in anticipo le informazioni per la dimissione potrebbe ridurre la durata media del ricovero, e i relativi costi, per la maggior parte dei pazienti di circa mezza giornata.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO