Sanità

ott152019

Dalla laurea alla professione, Fenagifar: servono formazione, aggiornamento e flessibilità

Dalla laurea alla professione, Fenagifar: servono formazione, aggiornamento e flessibilità

Per il futuro della professione il farmacista servono aggiornamento, formazione continua e flessibilità

Come passare dagli studi alla pratica, quali gli strumenti necessari e come far fronte alle sfide che il percorso presenta? Il futuro della professione di farmacista è stato al centro dell'incontro "Il farmacista dall'università alla professione: percorsi di crescita, right strategies e soluzioni", tenutosi a Milano all'interno del recente convegno Farmacista Più.
La sessione si è svolta con il contributo di Farma Aademy, Agifar, Fenagifar e Fofi, anche per fare il punto sulle prospettive occupazionali: ogni anno si iscrivono agli Ordini 4.000 giovani farmacisti, con l'intento di esercitare la professione, a fronte di un fabbisogno di 1.500 unità.
Un fenomeno però disomogeneo rispetto al territorio: «Ci sono regioni, soprattutto al sud, dove il fenomeno della disoccupazione è molto più sentito e altre invece dove al contrario è quasi difficile impiegare dei neolaureati» precisa Davide Petrosillo, Presidente Fenagifar. «Uno dei nostri obiettivi è stato quello di passare all'azione anche su questi temi; scopo del convegno era proprio mostrare le iniziative e gli strumenti messi a disposizione -da Fenagifar, da Farma Academy e dalla fondazione Cannavò - di un giovane farmacista sia per essere pronto per affrontare il lavoro quotidiano dietro il banco della farmacia, sia per consolidarsi come professionista della salute ed essere in grado di comprendere, interpretare e guidare il cambiamento che sta investendo il mondo della farmacia italiana. E illustrare a un giovane laureato quali sono le tappe da affrontare e gli strumenti da utilizzare per passare più facilmente da quello che ha studiato alla pratica professionale».

Aggiornamento, formazione continua e flessibilità sembrano essere gli ingredienti necessari: «Possiamo dire che sicuramente il farmacista deve essere pronto a utilizzare il strumenti digitali, deve essere formato con un bagaglio di nozioni per integrare le conoscenze acquisite durante il corso di laurea e infine consapevole del fatto che molto probabilmente gli sarà difficile trovare lavoro nella farmacia vicino a casa, e quindi dovrà essere disponibile a spostarsi e ad affrontare delle difficoltà».
La formazione universitaria offre un bagaglio di conoscenze scientifiche che necessitano di essere integrate con l'esperienza quotidiana al banco. «Il progetto presentato da Farma Academy avrebbe proprio lo scopo di ridurre il tempo di latenza necessario per i giovani farmacisti per raggiungere la piena efficienza; dopo la laurea c'è una fase in cui il giovane necessita di essere affiancato da un farmacista con maggiore esperienza». Tra le minacce al futuro della professione, il crescente e inarrestabile progresso tecnologico.
Sottolinea Petrosillo: «È recente la notizia di Walgreens e Google che negli USA hanno iniziato la sperimentazione della consegna dei farmaci a domicilio con i droni. Volendo estremizzare il ragionamento, e pensando anche ad altre innovazioni tecnologiche come il magazzino automatizzato e la ricetta elettronica, per quanto tempo ancora potrà sopravvivere la figura del farmacista così come l'abbiamo sempre pensata? Quindi è chiaro che questo è il momento nel quale impegnarci per costruire strategie, insieme ad altre istituzioni di categoria, e lavorare per costruire il futuro della professione, perché il futuro della professione sono i giovani farmacisti».
Una nota positiva riguarda i progetti presentati proprio dai giovani farmacisti: «È molto interessante che ve ne fossero alcuni riferiti ai temi dell'aderenza alla terapia e della presa in carico del paziente. Questo denota che i giovani hanno la consapevolezza di doversi impegnare in progetti che vanno oltre la dispensazione del farmaco».

Stefania Cifani
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO