Sanità

ott272015

Ddl concorrenza, la battaglia sul testo si fa social

Ddl concorrenza, la battaglia sul testo si fa social
Mentre il Ddl concorrenza ha avviato il suo iter in Commissione Industria al Senato e in attesa che cominci la bagarre in aula, la battaglia sui contenuti del testo, si trasferisce su twitter a colpi di hashtag. Da una parte Conad che ha lanciato una campagna stampa proliberalizzazioni con l'hashtag #liberalizziamoci, dall'altra la risposta di Federfarma, già attiva da qualche tempo, con l'hashtag #dispensiamosalute. La campagna di Conad, realtà della Gdo che ha aperto 97 parafarmacie sul territorio con un giro di affari di oltre 50 milioni di euro l'anno, di cui i farmaci Otc/Sop rappresentano il 30% del fatturato, mette in evidenza le ragioni per le quali sarebbe necessario liberalizzare i farmaci di fascia C. "Per ottenere un abbassamento dei prezzi dei farmaci non mutuabili con obbligo di ricetta, per riconoscere piena dignità alla professione del farmacista che opera nella parafarmacia, perché il nostro Paese ha bisogno di crescere, di creare nuovi posti di lavoro e di progredire, abbandonando logiche che antepongono l'interesse di pochi ai diritti di molti" sono solo alcuni dei temi messi in evidenza dalla campagna, che ha toccato anche le pagine dei quotidiani nazionali. E in un'intervista Repubblica Affari e Finanza l'amministratore delegato di Conad Italia Francesco Pugliese rincara la dose sottolineando come «il quadro che emerge» sia «quello di un Paese in ostaggio di potenti lobby che cercano esclusivamente di assicurare a qualunque prezzo, la propria sopravvivenza a detrimento degli italiani». Pronta la replica dei titolari di farmacia che hanno rilanciato l'hashtag #dispensiamosalute. "Cara @Conad, prima i poi farai anche una petizione che non serva a gonfiarti il portafoglio? Noi ci siamo sempre! Noi #dispensiamosalute" ha twittato, fra gli altri il presidente di Federfarma Roma Vittorio Contarina. Sul fronte politico netta la presa di posizione del senatore di Forza Italia Andrea Mandelli che nel corso di un incontro torinese per parlare del futuro della professione ha ribadito «voterò convintamente no al disegno di legge sulla concorrenza».

Marco Malagutti
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>

SUL BANCO