Sanità

ott302015

Ddl concorrenza, per l'Antitrust Fascia C e pianta organica nodi da sciogliere al Senato

Ddl concorrenza, per l’Antitrust Fascia C e pianta organica nodi da sciogliere al Senato
«La liberalizzazione della vendita dei farmaci di fascia C costituisce una misura che consentirebbe un incremento delle dinamiche concorrenziali nella fase distributiva di tali prodotti, con indubbi benefici per i consumatori anche in termini di ampliamento della "copertura distributiva", non più rappresentata dalle sole farmacie, ma arricchita dai punti vendita della grande distribuzione o dalle parafarmacie presenti sul territorio». Così il presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato Giovanni Pitruzzella si è espresso nel corso dell'audizione al Senato presso la Commissione Industria, Commercio e Turismo, presieduta dal senatore Massimo Mucchetti, in merito al disegno di legge sulla concorrenza approvato alla Camera e ora all'esame di Palazzo Madama. Un intervento che, se ce ne fosse bisogno, riconferma la valutazione dell'Antitrust, dai cui rilievi, peraltro, ha avuto origine il testo del Ddl. Per Pitruzzella «laddove venga in ogni caso prevista la presenza di un farmacista nel punto vendita, la tutela della salute non verrebbe in alcun modo intaccata». Ecco perché l'invito è a riconsiderare il tema con «uno specifico intervento in sede di esame del disegno di legge».
Non solo, pur condividendo l'impianto generale del testo che «va nella giusta direzione» il presidente Antitrust chiede che venga superato «l'attuale sistema di contingentamento del numero di farmacie presenti sul territorio nazionale attraverso la trasformazione dell'attuale numero massimo in numero minimo, così da superare un vincolo allo svolgimento dell'attività economica, continuando a garantire la copertura del territorio». Le osservazioni del presidente Antitrust sembrano aver risvegliato la minoranza Pd, da Pierluigi Bersani che ha dichiarato come servano «liberalizzazioni vere, non quelle di Renzi, che non sono di sinistra» A Roberto Speranza che ha commentato l'intervento di Pitruzzella precisando come «aprire mercati chiusi alla concorrenza» faccia bene all'economia. «Oltretutto sarebbero misure praticamente a costo zero per la finanza pubblica. Spero che si possa ancora intervenire in tal senso, a partire dai farmaci di fascia C». A difendere la fascia C in farmacia ha pensato in un'intervista al Sole 24 ore Ornella Barra presidente e chief executive del global wholesale e retail internazionale di Walgreens Boots Alliance, per la quale è corretta «la decisione del Governo e della Camera di lasciare» i farmaci di fascia C con ricetta «solo in farmacia».

Marco Malagutti
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO