Sanità

ott122017

Ddl equo compenso, emendamento Mandelli apre a professioni non regolamentate

Ddl equo compenso, emendamento Mandelli apre a professioni non regolamentate

«Ho presentato un ordine del giorno per far sì che vengano tutelate anche le professioni che non beneficiano di un ordine o di un collegio professionale». La dichiarazione del Presidente Fofi senatore Andrea Mandelli testimonia la ripresa dell'iter del disegno di legge sull'equo compenso. In parlamento per la verità di ddl in pista ce ne sono tre. All'indomani del Jobs act per il lavoro autonomo a primavera l'ex Ministro Maurizio Sacconi ne ha presentato uno in commissione lavoro al Senato relativo alle sole professioni regolamentate (S-2858); in parallelo il collega (ex Ministro del lavoro anche lui ma per il Centrosinistra) e corrispettivo alla Camera Cesare Damiano presentava un ddl per le professioni prive di albi (C-4582). In estate si è aggiunto un progetto di legge del governo Gentiloni che costruisce una corsia preferenziale per gli avvocati nei loro rapporti con committenti forti (banche assicurazioni e grandi imprese) e dettaglia principi importanti: ad esempio, considera vessatorie e tali da rendere nulli i contratti le clausole che lasciano libero il committente di modificare le condizioni, di recedere senza preavviso, di rifiutare la forma scritta, di prevedere prestazioni aggiuntive gratis, di far anticipare le spese dall'avvocato, di evitare i rimborsi spese, di pagare oltre i 60 giorni, di riconoscere il minimo convenzionale quando pure abbia "vinto" le spese di lite. Anche la bozza presentata dal ministro della Giustizia Andrea Orlando però si è fermata alla Camera con il numero "di serie" C-4631. Ora per tutti e tre i progetti si parla di integrazione e discussione in aula a breve, ma è corsa contro il tempo visto che la legislatura sta per scadere. Però in questi giorni si susseguono audizioni nelle commissioni. In particolare il DDL Sacconi, quello che sembra più "avanti", prende le mosse dalla recente sentenza 8/12/16 della Corte di Giustizia Ue (cause C-532/15 e C-538/15) che legittima l'uso di tariffe minime per i professionisti. Pur tutelando in primis la concorrenza, il Trattato Ue, per la Corte, non impedisce che leggi nazionali assoggettino gli onorari - nel caso in questione quelli dei procuratori legali spagnoli -a una tariffa fissa aumentabile o diminuibile di una certa percentuale. Per di più sempre nel 2016 la Cassazione con ordinanza 24492/16 (avvocati) ha considerato il decoro della professione principio imprescindibile nel fissare compensi. A primavera 2017, approvato il Jobs Act sui lavoratori autonomi, la partenza, con la senatrice Anna Maria Parente (capogruppo Pd in commissione lavoro) relatrice. Rispetto al ddl governativo, quello in senato esplicita i parametri cui legare un compenso anche per gli appalti e per le professioni regolamentate, facendo riferimento per queste ultime alla legge sulla concorrenza (1/2012) che, pur mettendo nero su bianco la definitiva abrogazione delle tariffe minime, all'articolo 9 lega i compensi ai professionisti a determinazioni del Ministero vigilante. Il senatore Mandelli sulla sua pagina Fb ricorda come Forza Italia abbia presentato "pochi ma qualificati emendamenti", tra cui la proposta «di introdurre alcuni indici in base ai quali valutare se il compenso è proporzionato, come i costi sostenuti dal professionista, la manodopera impiegata, la difficoltà e il pregio dell'opera prestata. Abbiamo inoltre cercato di definire meglio il campo di applicazione della legge, in modo da includere i rapporti tra professionisti e pubblica amministrazione, e abbiamo chiesto di armonizzare la disciplina della vessatorietà di clausole o patti che prevedono un compenso non equo al professionista con quanto previsto nel Codice Civile, aggiungendo la possibilità che la loro nullità venga rilevata anche d'ufficio dal Giudice».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO