Sanità

ott282020

Defibrillatore in farmacia, salva la vita di una donna colpita da arresto cardiaco

Defibrillatore in farmacia, salva la vita di una donna colpita da arresto cardiaco

A Trieste una donna colpita da arresto cardiaco è stata salvata dal defibrillatore presente nella vicina farmacia, grazie al pronto intervento di un'infermiera e di una volontaria

Salvata dal defibrillatore presente nella vicina farmacia e grazie al pronto intervento di un'infermiera e di una volontaria del servizio ambulanze: è successo a Trieste nei pressi di una farmacia una donna che si trovava all'esterno di un bar è stata da arresto cardiaco e si è accasciata. A riportare i dettagli della vicenda la cronaca locale pubblicata sul quotidiano Il Piccolo. Tra gli avventori del bar si trovavano un infermiere e un'altra persona che opera come volontaria sulle ambulanze se le quali allertate hanno chiamato il 118 e soccorso la donna andando a chiedere aiuto alla vicina farmacia Flavia all'angolo fra lo stesso piazzale è la via che dispone per l'appunto di un defibrillatore. Pochi istanti e la disponibilità e il corretto uso del dispositivo hanno consentito dunque di rianimare la donna che ha potuto riprendere coscienza Prima dell'arrivo dei sanitari del 118. Trasferita all'ospedale di Cattinara dove è stata sottoposta ad accertamenti è tenuto in osservazione.

Progetto Trieste pulsa presenza di Dae in 35 farmacie della provincia

La presenza del defibrillatore automatico esterno (Dae) nelle 35 farmacie della provincia di Trieste è dovuta al progetto di Federfarma provinciale "Trieste pulsa": i titolari hanno deciso di investire sull'iniziativa sostenendo i costi dei dispositivi della loro costante manutenzione e della formazione del personale, infatti se non ci fossero state le due soccorritrici, il personale della farmacia sarebbe stato comunque preparato intervenire utilizzando il defibrillatore. Il titolare della farmacia che ha messo a disposizione il defibrillatore Flavio Marega riporta la forte emozione vissuta che «resterà indelebile» e ha aggiunto: «Il valore della vita di una persona è assoluto e ora sono ancora più motivato a prendere parte al progetto Trieste pulsa». «È una vita salvata - commenta il presidente di Federfarma Trieste Marcello Milani - che basta già a dare un senso all'investimento che io i miei colleghi abbiamo sostenuto. Sapevamo fin dall'inizio dell'importanza dell'iniziativa, oggi attendiamo che il comune dia il consenso all'installazione dei defibrillatori all'esterno delle farmacie in modo da renderli disponibili 24 ore su 24. Il progetto iniziale di Trieste pulsa prevedeva infatti la disponibilità di defibrillatori anche negli orari di chiusura delle farmacie».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO