Sanità

mar312011

Diabete e obesità, la prevenzione punta a Sud

Sono oltre 3 milioni i diabetici in Italia, la maggioranza, circa 1 milione, risiede nel Mezzogiorno e non a caso è stata scelta, già da due anni, la provincia di Cosenza, come sede per il Congresso nazionale di diabetologia di Amd (Associazione Medici Diabetologi) e per il programma “Prevenzione Diabete e Obesità” nell’ambito del progetto SUBITO! ideato da Amd nel 2009 con l’intento di modificare la gestione della malattia diabetica in Italia. «Il nostro obiettivo è culturale, oltre che clinico» ha spiegato Sandro Gentile, presidente Amd. L’intervento ha sinora coinvolto 31 scuole superiori, 50 farmacie, gli ambulatori di 50 medici di medicina generale e diabetologia, distribuendo, tra le altre cose, questionari di autovalutazione nelle farmacie. Un secondo progetto di SUBITO! è un’indagine in via di pubblicazione che ha raccolto dati sull’impatto di diversi fattori sull’intervento medico in un campione di mille pazienti. Al momento della prima visita, 699 persone avevano un valore di HbA1c in area “fuori controllo”. «Sottoposte a quello che si definisce un trattamento intensivo con dieta, attività fisica e farmaci, alla visita di controllo dopo 6 mesi, 436 persone (62,3%) erano rientrate nella norma, con un’emoglobina glicata inferiore al 7%», ha detto Carlo Giorda, presidente Fondazione Amd. «Un risultato indubbiamente importante, ma ciò che ci ha entusiasmato maggiormente è la riduzione del valore di HbA1c ottenuto in queste persone: in media quasi 3 punti, un dato tra i più eclatanti mai riscontrati a livello internazionale», ha aggiunto. (S.Z.)


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Giua - Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO