Clinica

mar232011

Diagnosi rapida della Tbc: nuovo test italiano

È stato elaborato un nuovo test per diagnosticare rapidamente, su un campione di sangue, la forma latente o attiva della tubercolosi, e gli ideatori sono italiani. Si tratta di un team formato da ricercatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Ucsc) di Roma, dell’Istituto nazionale di malattie Infettive Spallanzani e dell’Università di Sassari. I risultati del loro lavoro sarà pubblicato dalla rivista PLoS One. Come spiega Giovanni Delogu dell'Istituto di microbiologia dell'Ucsc, primo autore dell'articolo, «è possibile distinguere i soggetti infettati da quelli malati, utilizzando un test in cui il sangue prelevato viene messo a contatto con una proteina del bacillo, chiamata Hbha». La reazione della proteina al sangue distingue se l'infezione è latente o attiva: «A oggi manca un test che permetta di distinguere tra tubercolosi latente e attiva (polmonare o extra-polmonare)» spiega Delia Goletti, che ha coordinato la sperimentazione presso lo Spallanzani. «In questo studio abbiamo ideato un metodo diagnostico innovativo che prevede l'uso della risposta alla proteina Hbha in combinazione con un test del sangue attualmente disponibile, e i risultati ottenuti dimostrano che la risposta all'Hbha si associa allo stadio di infezione tubercolare latente, permettendoci di distinguere rapidamente coloro che necessitano o meno di una terapia per tubercolosi attiva», spiega Goletti. La proteina Hbha funge quindi da biomarcatore di infezione tubercolare latente.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi