Sanità

set182013

Dieta aproteica: interrogazione per inserimento nei Lea

circolazione reni cuore

Ripristino dell’erogazione degli alimenti aproteici, indispensabili nel trattamento dell’insufficienza renale cronica in terapia conservativa da parte della Regione Campania, e inserimento nel processo di ridefinizione dei Lea. È quanto chiesto, in un’interrogazione al ministro della Salute e al ministro per gli Affari regionali e le autonomie, dai senatori Maria Rizzotti, Laura Bianconi, Luigi D’Ambrosio Lettieri e Vincenzo D’Annasenatori della 12ma Commissione igiene e sanità. Attualmente la terapia dietetica nutrizionale non è contemplata fra le prestazioni incluse nei Lea e, pertanto, ogni regione decide, a propria discrezione, se stanziare o meno risorse per la dispensazione di tali prodotti. In tutte le regioni tuttavia sono state adottate, nel corso degli anni, misure ad hoc per garantire l’alimentazione aproteica. In Campania, però, l’erogazione è stata sospesa nel marzo 2010, nell’ambito del piano di rientro dal debito sanitario. L’interrogazione ha raccolto il plauso dei 3.000 pazienti nefropatici campani che, come afferma Giuseppe Canu, presidente del Forum nazionale delle associazioni di nefropatici, trapiantati d’organo e di volontariato «chiedono parità di trattamento nelle cure sanitarie». Una richiesta in linea con una logica di risparmio, sottolinea Canu, dal momento che «un mese di alimentazione aproteica costa alla sanità pubblica 120 euro, a fronte dei 3.000 euro per un trattamento di dialisi».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO