Sanità

giu212022

Digitalizzare la farmacia, dall'intelligenza artificiale soluzioni per ottimizzare i processi di lavoro

Digitalizzare la farmacia, dall’intelligenza artificiale soluzioni per ottimizzare i processi di lavoro

La trasformazione digitale è un processo in corso da anni che la pandemia ha accelerato rendendolo più concreto e visibile. Alcuni esempi concreti delle ricadute in farmacia


La trasformazione digitale è un processo in corso da anni, seppur lento e poco percepito, che la pandemia ha accelerato, rendendolo più concreto e visibile sul mercato e aumentando la consapevolezza di dover cavalcare questa opportunità. Al punto che integrare le attività lavorative con la tecnologia è diventata una delle priorità delle imprese che vogliono adeguarsi alle sfide del mercato e alle esigenze dei propri clienti. Naturalmente questo vale anche per l'"impresa farmacia" in cui l'ottimizzazione dei processi lavorativi potrebbe rappresentare una strada per rispondere alla difficoltà crescente di reperire personale laureato come pure al miglioramento delle condizioni di lavoro liberando il personale da lavori ripetitivi e recuperando tempo per l'attività professionale e imprenditoriale.

Ottimizzare processi lavorativi per risolvere problemi pratici

Per comprendere meglio e concretamente che cosa significa digitalizzare la farmacia, o meglio, i processi della farmacia, vale la pena passare in rassegna alcuni esempi di attività che impegnano tempo e personale e le possibili prospettive offerte dalle nuove tecnologie basate sull'intelligenza artificiale.
Analisi delle dinamiche di vendita. Tra le attività di gestione della farmacia rientrano le analisi delle dinamiche di vendite e acquisti di un certo periodo per valutare come programmare il lavoro con le aziende e i grossisti, magari ottenendo suggerimenti automatici sui prodotti/mercati che più interessano. Con gli strumenti di machine learning (apprendimento automatico) si può analizzare continuativamente una grande mole di dati numerici e informazioni testuali (incluso mail, telefonate messaggi) rendendoli accessibili e di facile comprensione così da comprendere dinamiche e trends e consentire decisioni più veloci ed efficaci.
Alimentare i contenuti web. Avere visibilità online richiede un aggiornamento quotidiano dei contenuti social, del blog delle offerte e dei servizi erogati dalla farmacia. I contenuti del sito vanno arricchiti periodicamente anche con guide al corretto uso di un prodotto o con suggerimenti di benessere magari stagionali. Con una piattaforma di content generation (generazione di contenuti) è possibile creare qualsiasi tipo di contenuto originale su qualsiasi argomento, generando in pochi minuti con sorprendente appropriatezza di vocabolario e forma, per di più in varie lingue ove richiesto.
Rispondere alle domande più frequenti degli utenti. È molto frequente trovarsi nella condizione di passare una parte rilevante del proprio tempo (o di quello di un collaboratore) al telefono o al PC per rispondere a domande frequenti su: orario di apertura o turno, disponibilità di un prodotto, possibilità di prenotare un servizio, dove smaltire farmaci. Attivando un assistente virtuale (virtual assistant), che è diverso da un chatbot, si avrà l'opportunità d'interagire con fornitori e cittadini sui più svariati argomenti, di solito routinari e a basso valore professionale, fornendo risposte precise, veloci riducendo sensibilmente il tempo dedicato ad attività a basso valore aggiunto. In caso di domande su temi più professionali (dal consiglio all'uso di farmaci) il sistema è "istruito" per rinviare l'utente a un farmacista per ricevere assistenza e risposte.
Carenze di organico. Un fenomeno sempre più evidenziato dalle farmacie è la carenza di organico, soprattutto in alcuni periodi dell'anno. Ci si può trovare nella condizione di aver bisogno di un collega farmacista a supporto, temporaneamente, per risolvere un'assenza imprevista o in picco di lavoro (per esempio legato alle vaccinazioni, o alla stagionalità) o di una veloce consulenza su un tema di cui non si hanno abbastanza nozioni (per esempio legali, regolatorie, informatiche ma non solo). Esistono piattaforme che utilizzano l'AI per fare il match fra problema e soluzione (intelligent recommendations) per fornire in tempi velocissimi consigli personalizzati o addirittura indirizzare ad un professionista in carne ed ossa, che intervenga tempestivamente.

Marco Grespigna
Fondatore e CEO Think Fwd Group
www.thinkfwdgroup.it
https://www.linkedin.com/in/grespigna/
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi