Sanità

mar62014

Distributore automatico eroga farmaci in un bar di Roma

distributore automatico

Farmaci per il trattamento dell’iperacidità gastrica, analgesici e antipiretici: questi sono alcuni esempi dei 56 medicinali sequestrati lo scorso 20 febbraio dai Carabinieri Nas di Roma in collaborazione con l’Unità operativa vigilanza farmacie della Asl Roma A e il supporto operativo dell’Aifa. I farmaci sequestrati erano venduti sul territorio della Asl Roma A attraverso distributori automatici presenti in locali pubblici: modalità di vendita non consentita nel nostro Paese dove la normativa vigente prevede che i medicinali possano essere erogati esclusivamente attraverso canali autorizzati come farmacie e parafarmacie, in presenza di un professionista sanitario. Oltre al sequestro dei prodotti, l’intervento congiunto ha portato alla denuncia penale del responsabile della ditta, cui compete la gestione del distributore automatico, e del titolare del bar in cui esso era collocato, entrambi accusati di concorso nell’esercizio abusivo della professione di farmacista e vendita illecita di farmaci al di fuori dei canali autorizzati. Il controllo sui canali non autorizzati, come ad esempio quello dei distributori automatici, viene seguito dall'Aifa anche in considerazione dell’emergente fenomeno dei furti di medicinali, spesso destinati ad alimentare le reti di distribuzione illegali, tra le quali ora figureranno anche i distributori automatici. Secondo l'Aifa, «il caso rappresenta una nuova tipologia di distribuzione illegale di farmaci, che va analizzata anche alla luce delle evoluzioni del quadro normativo conseguenti al prossimo recepimento della Direttiva 2011/62/UE, che consentirà la vendita e l’acquisto di medicinali senza obbligo di prescrizione attraverso il web».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO