Sanità

dic192015

Divieti di galenici con efedrina. Cini: manca valutazione rischi-benefici

Divieti di galenici con efedrina. Cini: manca valutazione rischi-benefici
Alla base dei divieti dell'uso di efedrina a scopo dimagrante «manca una valida comparazione tra rischi e benefici» e una valutazione del «rapporto esistente tra patologie correlate all'obesità grave e supposti casi di morti, sulle quali esistono solo ipotesi». A dirlo è Maurizio Cini presidente dell'Asfi che insieme a Sifap si appresta ora a ricorrere anche contro il recente decreto ministeriale. «È necessario prevedere rigido controllo sull'operato dei medici con espresso divieto dell'uso a scopo estetico».


Dopo l'intervento della Professoressa Paola Minghetti, presidente della Sifap, l'Associazione scientifica farmacisti italiani (Asfi) intende manifestare il proprio dissenso verso una serie di provvedimenti ministeriali che, a partire dalla primavera scorsa, stanno progressivamente vietando la prescrizione e l'allestimento di preparazioni magistrali a base delle più svariate sostanze, se prescritte a scopo dimagrante. Occorre prioritariamente notare che la disciplina delle preparazioni magistrali risale all'epoca del fenomeno "Di Bella" e la legge 94/98 ha stabilito, se letta e interpretata correttamente, che la responsabilità della prescrizione incombe unicamente sul medico, mentre il farmacista risponde solo qualora non dia corso agli adempimenti previsti (invio della ricetta alla Asl) quando il medico abbia chiaramente dichiarato in ricetta che si tratta di prescrizione "off-label".

Naturalmente il farmacista non può dare corso a preparazioni palesemente in violazione delle norme previste. Preme però ricordare che, qualora dalla ricetta il farmacista non sia in grado di stabilire quale sia stata l'intenzione prescrittiva del medico, non può essere in alcun modo ritenuto responsabile di alcuna violazione, dovendola così intendere conforme alla legge. Tanto più che la legge "Di Bella" demanda all'ordine professionale (medici e farmacisti) l'applicazione di eventuali sanzioni. Di fronte pertanto ad un medico prosciolto dal proprio ordine, non può essere ritenuto in alcun modo sanzionabile il farmacista. Sul tema della progressiva eliminazione di qualsiasi principio attivo, anoressizzante e non, Asfi è estremamente critica, tanto che ha già ricorso, insieme a Sifap, avverso i decreti 27 luglio e 4 agosto 20155 e si appresta ora a ricorrere contro l'ultimo del 2 dicembre scorso che vieta l'impiego di efedrina a scopo dimagrante. Quello che Asfi ritiene è invece la necessità di un rigido controllo, sia professionale che amministrativo, sull'operato dei medici che debbono limitare l'uso di tali sostanze per affrontare unicamente i veri casi di malattia da obesità, con espresso divieto dell'uso a scopo estetico.

Anche le motivazioni alla base dei divieti appaiono poco convincenti ed in alcuni casi potenzialmente illegittime per carenza di motivazione. Tale carenza è stata recepita dal Giudice del Tar Lazio che ha rinviato a febbraio ogni decisione sui due ricorsi presentati, chiedendo al Ministero della salute una più ambia e documentata motivazione dei decreti. Irrazionale e non motivato è altresì il divieto di preparazione magistrale di formule contenenti le stesse sostanze presenti in medicinali industriali di libera vendita (pseudoefedrina), acquistabili in assenza di ricetta, in qualunque quantità e, a breve, anche a distanza tramite internet. Per concludere, Asfi ritiene che alla base dei divieti manchi una valida comparazione tra rischi e benefici, non essendo mai stato valutato il rapporto esistente tra patologie correlate all'obesità grave e supposti casi di morti, sulle quali esistono solo ipotesi di correlazione con l'assunzione di formule magistrali a base di sostanze anoressizzanti e non prescritte a scopo dimagrante.

Maurizio Cini
Presidente Associazione Scientifica Farmacisti Italiani
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO