Galenica

giu212019

Dolori muscolari e artriti migliorano con unguento al mentolo

Dolori muscolari e artriti migliorano con unguento al mentolo

Nei periodi invernali si parla molto di preparazioni a base di mentolo, ma le proprietà terapeutiche del mentolo non si limitano all'apparato respiratorio: efficaci per dolori muscoloscheletrici e artriti

Nei periodi invernali si parla molto di preparazioni a base di mentolo, o meglio, a base di piante che contenevano mentolo, in virtù delle proprietà decongestionanti di questo terpene, grazie all'attivazione di alcuni recettori vanilloidi posizionati sui vasi sanguinei. Ma le proprietà terapeutiche del mentolo non si limitano all'apparato respiratorio. Questo è quanto ci suggeriscono gli studi di Taylor e Tabor e di Kraemer e Hessilink, che hanno addizionato di mentolo alcune creme a base di triesteri glicero-ossigenati o di acidi grassi cetilati per il trattamento di dolori muscoloscheletrici o artriti. Nel primo caso si è osservata non solo una riduzione del dolore in 7 giorni, ma anche un progresso nella riduzione del dolore che perdurava oltre il termine del trattamento. Nel secondo caso, si è migliorata la prontezza di risposta, il range di mobilità, l'equilibrio e la forza e un la resistenza muscolare nei pazienti trattati.
Il mentolo, monoterpene estratto dall'olio essenziale dellamentapiperita, in natura esiste in solo uno degli 8 stereoisomeri possibili. Per sintesi chimica, invece, si possono ottenere tutti e 8. Gli isomeri del mentolo hanno proprietà chimiche uguali, ma differiscono in quelle proprietà che dipendono dalla posizione dei sostituenti sugli atomi di carboniostereogenici, come l'odore e il gusto. Il motivo di questa diversità sta nel fatto che ai recettori delsistema nervosole molecole appaiono diverse, nonostante gli atomi siano connessi nella stessa sequenza.
Il mentolo descritto dalle farmacopee comprende il levomentolo naturale, ottenuto da oli volatili di varie specie di Mentha (Labiatae), il levomentolo sintetico o il mentolo racemico. Le etichette delle preparazioni contenenti mentolo devono indicare se è di origine naturale o sintetica.

Si presenta come polvere o cristalli aghiformi, brillanti molto poco solubili in glicerolo o acqua, ma solubilissimi in alcool, in oli fissi e volatili e in paraffina liquida.
Esempio formulativo
Materiali: becher, bacchetta di vetro, bilancia, spatola, piastra per creme, mortaio e pestello
Mentolo 1g
Paraffina liquida 30g
Vaselina qb a 100g

Nel mortaio triturare i cristalli di mentolo (se del caso), quindi trasferire la polvere ottenuta in becher e aggiungere la paraffina. Mescolare fino a solubilizzazione, quindi procedere su piastra all'incorporazione della soluzione della vaselina.
Il mentolo può dar luogo a reazioni di ipersensibilità come dermatiti da contatto. L'uso è previsto solo su cute integra ed è controindicato nei bambini con predisposizione al laringospasmo e alle convulsioni.
Le caratteristiche del principio attivo e la presenza in farmacopea inglese dell'unguento di mentolo ne consentono l'allestimento come preparato officinale senza obbligo di ricetta medica.

Luca Guizzon
Farmacista territoriale, esperto di fitoterapia, farmacia Campedello, Vicenza

Fonti
Pain Pract.2012 Nov;12(8):610-9. doi: 10.1111/j.1533-2500.2012.00529.x. Epub 2012 Feb 5.
J Strength Cond Res.2005 May;19(2):475-80

Approfondimenti
Il Talco mentolato, da rimedio popolare a farmaco officinale
Olio essenziale di menta piperita per la sindrome dell'intestino irritabile
Farmacopea italiana: pino, eucalipto e menta contro i sintomi del raffreddore
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO