FARMACI E DINTORNI

nov252010

Donne, più curate ma peggio curate

tags: Persone, Donne

Le donne assumono almeno il 20-30% in più di farmaci rispetto agli uomini, ma in molti casi sono curate peggio. Il dato emerge in modo chiaro nel libro “La salute della donna - un approccio di genere” che vede la collaborazione tra l'Osservatorio Nazionale della salute della donna (Onda) e Farmindustria. In particolare, le donne, assumono più antibiotici, analgesici e antidepressivi, mentre gli uomini consumano più anticoagulanti e antipertensivi. Questo dipende da diversi fattori, quali il fatto che le donne si ammalano di più, vivono di più e che la loro vita è più complessa soprattutto dal punto di vista ormonale. «Il pregiudizio e la cecità di genere hanno impedito di vedere le differenze biologiche che potevano determinare differenze nel destino dei farmaci nell'organismo» recita un passaggio del libro. La vita della donna è cioè caratterizzata, rilevano gli esperti, da variazioni ormonali che comportano anche variazioni di molti parametri che influenzano gli effetti dei farmaci. Eppure, le donne corrono il rischio di essere meno curate e di non ricevere la migliore cura possibile. Anche un recente studio svedese ha evidenziato che il 24,6% delle donne anziane contro il 19,3% degli uomini anziani riceve una terapia farmacologica inappropriata. Un fatto, secondo gli esperti, che può dipendere dallo scarso numero di donne arruolate negli studi clinici.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO