Sanità

mar122019

Doppia contribuzione, Comitato no Enpaf dei non titolari: Governo cambi la legge

Doppia contribuzione, Comitato no Enpaf dei non titolari: Governo cambi la legge
Sono 60.000 i farmacisti, tra dipendenti e disoccupati, che versano obbligatoriamente una doppia contribuzione e ora chiedono al Governo di modificare la norma che rende inscindibili l'iscrizione all'Ordine professionale e l'iscrizione all'Enpaf. È quanto chiedono i farmacisti che hanno costituito il Comitato no Enpaf dei farmacisti non titolari che il 9 aprile porteranno le loro richieste in una manifestazione organizzata a Roma in piazza Montecitorio. In una nota scrivono: "I farmacisti dipendenti e disoccupati sono stufi di pagare obbligatoriamente una doppia contribuzione. Nel rispetto dell'articolo 53 della costituzione noi tutti concorriamo alle spese pubbliche pagando l'inps dalla nostra busta paga. Chiediamo a chi ci governa di mettere fine a questa grave ingiustizia che subiamo ormai da decenni: l'obbligo di pagamento di una seconda contribuzione. Chiediamo di modificare la legge233/1946 che rende inscindibile iscrizione all'ordine professionale dall'iscrizione all'Enpaf e quindi rendere non obbligatoria l'iscrizione all'ente per chi possiede altra forma di contribuzione e per i disoccupati. La manifestazione non avrà nessun colore politico, siamo solo noi farmacisti non titolari a chiedere che venga fermata questa estorsione legalizzata".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>

SUL BANCO