Sanità

mag42019

Ecm e sanzioni, giro di vite dai medici. Ecco la situazione dei farmacisti

Ecm e sanzioni, giro di vite dai medici. Ecco la situazione dei farmacisti

Ecm, il punto della situazione sanzionatoria del mancato obbligo formativo per i farmacisti e sul dossier formativo di gruppo

Mentre la Federazione degli ordini dei medici (Fnomceo) per chi non è in regola con gli obblighi formativi riconferma, a partire in particolare dall'anno prossimo, la stretta su controlli e sanzioni, è acceso il dibattito tra i professionisti della sanità sulla necessità e l'opportunità di strutturare strategie sanzionatorie più stringenti per aumentare l'aderenza a quanto previsto dalle norme. Ne abbiamo parlato con il referente della formazione per la Fofi, nonché membro della Commissione nazionale Ecm, Giovanni Zorgno, con il quale abbiamo fatto un punto sulla situazione dei farmacisti e sul Dossier formativo di gruppo. «L'anno scorso» ha spiegato a Farmacista33 Zorgno, che è anche presidente dell'Ordine di Savona, «sono state introdotte alcune novità che rendono difficile, al momento, capire quanto sia la aderenza agli obblighi da parte dei farmacisti. In particolare, con la possibilità di spostare i crediti dal triennio in corso (2017-2019) al triennio concluso (2014-2016) - che sarà attiva fino a fine anno - non potremo avere un quadro preciso di nessuno dei due trienni fino a quando non verranno caricati da parte di Cogeaps tutti i crediti di fine anno. Il che significa che indicativamente fino a marzo dell'anno prossimo non sapremo quanti farmacisti si sono formati e che percentuale di crediti hanno realizzato rispetto al fabbisogno totale. Senza questo scenario, d'altra parte, diventa difficile avviare ragionamenti in merito a obiettivi, controlli e sanzioni e definire qualsivoglia strategia. Per ora, l'approccio che stiamo perseguendo è quello di fornire ai farmacisti strumenti che rendano il più possibile flessibile e adattabile alle esigenze di tutti la formazione Ecm, insistendo molto anche sul concetto che se si vuole essere all'altezza del paziente e dell'evoluzione del sistema salute, oggi, è imprescindibile formarsi».
Mentre «la strategia vera e propria per aumentare l'aderenza verrà caso mai elaborata una volta che avremo dati certi».
Quanto agli strumenti messi a disposizione per avvicinare i farmacisti alla formazione Ecm «ricordiamo, in primo luogo, il Dossier formativo di gruppo e la piattaforma strutturata dalla Fofi, che ha reso disponibili dall'inizio del triennio a oggi 15 corsi Fad gratuiti per un totale di 107 crediti. Abbiamo anche dato grande impulso allo strumento dell'autoformazione, che oggi può coprire il 20% del fabbisogno, sensibilizzando anche gli Ordini provinciali, e cercato di spingere sull'istituto del recupero dei crediti da un triennio all'altro».
Quanto ai prossimi step, «per quest'anno abbiamo raggiunto l'obiettivo che ci eravamo posti di offrire Fad gratuiti a copertura della coerenza del 70% del Dossier formativo di gruppo (per un totale di 98 crediti). Questo triennio è stato un po' un banco di prova per il Dossier formativo di gruppo. Ora, stiamo pianificando i corsi per l'anno prossimo, che avranno quindi durata di un intero anno».

Approfondimenti
Ecm, obblighi formativi e fine triennio: panoramica dei bonus disponibili
Ecm, cambia formazione all'estero: nuove regole su crediti e Fad
Ecm, semplificazioni all'orizzonte. In aumento i crediti per la Fad
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>

SUL BANCO