farmaci

ott52016

Effetti avversi in 27 farmaci, nuova watch list Fda

Effetti avversi in 27 farmaci, nuova watch list Fda
Sono 27 i farmaci che la Food and drug administration (Fda) ha inserito nel suo rapporto sugli effetti avversi registrati nei primi mesi di quest'anno. Per una classe di farmaci l'agenzia regolatoria non si è limitata a questo, ma ha già intrapreso un'azione rapida: si tratta degli antivirali ad azione diretta, recentemente entrati in commercio per la cura dell'epatite C. La Fda ha avvertito che nei pazienti che sono o sono stati infettati anche dal virus dell'epatite B, nel trattare l'Hcv corrono gravi rischi di riattivare l'Hbv. Non è una sorpresa, l'Agenzia europea per i medicinali (Ema) già dallo scorso marzo aveva, infatti, avviato una revisione in seguito a casi di riattivazione di epatite B in pazienti coinfetti con virus dell'epatite B e C che erano stati trattati con antivirali ad azione diretta. In un comunicato, la Fda ha dichiarato di aver identificato 24 casi di riattivazione di Hbv in pazienti coinfetti da novembre 2013 a luglio di quest'anno: due di loro sono deceduti e uno ha dovuto sottoporsi a trapianto di fegato.

Non è raro che la Fda non sia la prima agenzia a identificare effetti avversi inattesi associati a un farmaco. Proprio nella lista di farmaci appena pubblicata, compare ad esempio l'idelalisib, farmaco indicato per tre forme di cancro, tra cui la leucemia linfatica cronica, di cui si segnalano casi di infezioni con esito letale. Anche in questo caso, l'Agenzia europea per i medicinali aveva già esaminato la questione e nel mese di luglio si era pronunciata in merito, affermando che, sebbene il farmaco comporti un aumento di rischio di infezioni gravi, i benefici sono comunque superiori ai rischi e ha raccomandato comunque una profilassi antibiotica ai pazienti trattati con idelalisib. Oltre agli effetti avversi derivati direttamente dai farmaci, il report Fda cita anche due principi attivi che possono generare confusione e errori di prescrizione a causa dei nomi molto simili: sono l'idralazina per l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca congestizia, e l'idrossizina per il prurito allergico e l'ansia.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO