farmaci

apr262011

Epatite C, antitumorale blocca ingresso al virus

Un team internazionale di ricercatori ha scoperto che è possibile impiegare erlotinib, farmaco impiegato nel trattamento del tumore polmonare, nella gestione dell’epatite C. Lo studio, guidato da Thomas Baumer dell'Inserm dell’Università di Strasburgo e finanziato dall'Ue e dall'Agenzia nazionale francese per la ricerca sull'Aids e sulle epatiti, ha rilevato in modelli animali, che ci sono due enzimi che il virus dell’epatite C (Hcv) utilizza per penetrare nelle cellule del fegato: Egfr e EphA2 facilitano l'assemblaggio dei recettori del virus sulla superficie degli epatociti. Con erlotinib è stato possibile bloccare uno dei due, l'Egfr, ritardando e riducendo l'infezione in modelli animali. Secondo quanto pubblicato su Nature medicine online, questo nuovo approccio renderà possibile la realizzazione di nuovi farmaci, che supereranno per efficacia i farmaci antivirali attualmente in uso che, oltre a non essere adatti a tutti i casi, spesso generano fenomeni di farmacoresistenza nell’Hcv, causa di epatite cronica. Dopo i risultati incoraggianti dei test su animali, è in fase di progettazione uno studio clinico su pazienti che hanno contratto l'infezione.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO