Sanità

giu142011

Equivalenti: in Friuli stop alla clausola di salvaguardia

Terminato da lunedì in Friuli Venezia Giulia il periodo di applicazione della clausola di salvaguardia così come stabilito nella delibera della giunta regionale 837/2011. La notizia è stata diffusa in una nota di Federfarma regionale, in cui si legge: «La delibera non è stata prorogata: pertanto ritorna a carico del cittadino l’eventuale differenza tra il prezzo di riferimento Aifa e il prezzo del medicinale dispensato. Tutti i farmacisti della regione sono comunque a disposizione dei cittadini». La delibera si era resa necessaria come misura di sostegno ai cittadini a seguito del forte taglio ai prezzi di rimborso dei medicinali equivalenti voluto dall’Aifa per allineare la situazione italiana alla media europea (in applicazione del decreto legge 78 del 31 maggio 2010, convertito nella Legge 122 del 30 luglio 2010) e prevedeva che la Regione si facesse carico della conseguente differenza di prezzo tra medicinale erogato e tetto di riferimento al posto del cittadino.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO