Sanità

dic172012

Etichette ingannevoli, norma Eu le mette al bando

È in vigore da venerdì scorso la normativa europea che consente di utilizzare, per pubblicizzare le virtù salutistiche di un alimento, solo indicazioni sicure e affidabili, in quanto verificate sotto il profilo scientifico dall'Efsa

È in vigore da venerdì scorso la normativa europea che consente di utilizzare, per pubblicizzare le virtù salutistiche di un alimento, solo indicazioni sicure e affidabili, in quanto verificate sotto il profilo scientifico dall' Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa), e poi approvate dalla Commissione europea. Il documento è frutto di un minuzioso lavoro di una commissione di esperti che ha promosso finora 222 messaggi salutistici, mentre  altri sono ancora al vaglio, facendo piazza pulita delle espressioni prive di fondamento. Ad esempio, non sono state presentate prove scientifiche sufficienti sul fatto che «il tè verde aiuta a mantenere una pressione arteriosa normale» o ancora che «la pappa reale ha delle virtù benefiche sul sistema immunitario e la vitalità». Tutto questo a beneficio del consumatore che ora può essere certo, quando legge su un'etichetta «il calcio è necessario per mantenere le ossa in buona salute», o ancora «un consumo ridotto di grassi saturi contribuisce a mantenere un tasso di colesterolo normale», che l'indicazione è stata provata scientificamente. E proprio l'Ufficio europeo dell'unione dei consumatori (Beuc) si rallegra di questo ”grande progresso''. La sua direttrice, Monique Goyens, ricorda però che «la palla è ora nel campo delle autorità nazionali che dovranno verificarne il rispetto delle regole e, in caso contrario, imporre sanzioni».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO