farmaci

giu172011

Europa e Usa, due velocità per le approvazioni di antitumorali

In Europa, i tempi di attesa per vedere la commercializzazione di nuovi farmaci antitumorali sono più lunghi rispetto a quelli che in media impiega la Food and drug administration

In Europa, i tempi di attesa per vedere la commercializzazione di nuovi farmaci antitumorali sono più lunghi rispetto a quelli che in media impiega la Food and drug administration. Lo sostiene lo studio di un gruppo no profit, “Friends of cancer research”, pubblicato sulla rivista Health affaire che ha valutato 35 nuovi farmaci oncologici approvati in Usa, Europa o in entrambi i continenti tra il 2003 e 2010. Di questi, 23 sono stati approvati in entrambi i mercati, in un periodo di 7 anni, ma tutti sono arrivati prima sul mercato Usa. In media la Food and drug administration, impiega circa 6 mesi per la sua analisi e per l’autorizzazione, mentre in Europa la media è di 350 giorni, cioè quasi un anno. inoltre, l'Europa ha approvato invece 3 farmaci che l'Fda aveva respinto, mentre l'ente americano ha dato il via libera ad altri 9 che però non sono arrivati sul Vecchio continente. «Alcuni ci hanno criticato» commenta Margaret Hamburg dell'Fda «dicendo che siamo troppo cauti nell'esaminare i farmaci, che danneggiamo l'innovazione e la competitività, e che spingiamo le aziende verso l'Europa, dove il percorso è più veloce. Questi dati dimostrano invece che il nostro percorso è rapido ed efficiente».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO