Sanità

lug102017

Farbanca nel mirino di Banca Ifis

Farbanca nel mirino di Banca Ifis
Farbanca, banca dedicata al mondo della farmacia e della sanità di proprietà della Popolare di Vicenza sarebbe nel mirino di Banca Ifis. A rivelarlo il blog "The Insider" del Sole 24ore che, sottolinea come l'operazione sarebbe in linea con il piano di crescita annunciato al mercato e con il lancio di Ifis Pharma dedicata al settore, che risale ormai a qualche anno fa. Al quadro si aggiunge la fase di fermento del settore vista la sempre più imminente approvazione del Ddl concorrenza e il conseguente ingresso del capitale nelle farmacie. Farbanca è tra le poche attività che non rientrano nel perimetro di Intesa Sanpaolo, che ha appena rilevato le attività della Popolare di Vicenza e di Veneto Banca, e che costituiscono la cosiddetta bad bank, di cui si farà carico lo Stato e guidata dai commissari. Farbanca faceva capo alla banca vicentina, con il 70,77% del capitale e fino all'operazione di salvataggio vedeva iscritti al libro soci circa 450 piccoli azionisti, in prevalenza farmacisti. Sul fronte economico Farbanca ha chiuso il 2016 con un utile netto di 4,8 milioni di euro.

Gli impieghi del gruppo bancario rivolto alle farmacie erano pari al 31 dicembre 2016 a 524,2 milioni, mentre la raccolta diretta era di 310,3 milioni. Il conto economico mostra un margine d'interesse pari a 14,4 milioni, con un risultato della gestione operativa di 11,4 milioni rispetto ai 10,3 milioni del 31 dicembre 2015. Infine l'incidenza dei crediti deteriorati netti sul totale è scesa nel 2016 al 2,35% dal 2,92% del 2015. Un business interessante, perciò, seppur travolto a catena dalla crisi della Popolare di Vicenza, per operatori interessati a espandersi in questo settore. E Banca Ifis sembra avere i requisiti necessari.

Marco Malagutti
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO