farmaci

ott52021

Farmaceutica, a Lugano progetto Cultura e salute: obiettivi raggiunti nel triennio 2020-2022

Farmaceutica, a Lugano progetto Cultura e salute: obiettivi raggiunti nel triennio 2020-2022

Il progetto "Cultura e Salute" ha raggiunto diversi obiettivi: un nuovo corso universitario, un Forum scientifico incentrato sullo sviluppo sostenibile, una piattaforma online

Un nuovo corso universitario al via il prossimo 18 ottobre, un Forum scientifico incentrato sullo sviluppo sostenibile il 26 e 27 novembre, una piattaforma online accessibile in quattro lingue sono i primi traguardi raggiunti nell'arco del triennio 2020-2022 dal progetto "Cultura e Salute" nato dalla partnership tra Divisione Cultura della Città di Lugano e Ibsa Foundation per la ricerca scientifica. Il punto sull'avanzamento del progetto è stato presentato in conferenza stampa a Lugano alla presenza di Roberto Badaracco, Municipale di Lugano, Giovanni Pedrazzini, decano della Facoltà di scienze biomediche dell'USI, con Silvia Misiti, direttore di Ibsa Foundation, e Luigi Di Corato, direttore della Divisione Cultura, curatori dell'iniziativa.

Piattaforma di condivisione per studi e buone pratiche

"Cultura e Salute" nasce nel 2020 per promuovere iniziative e sinergie tra il mondo della cultura e quello della salute per migliorare la qualità di vita e il benessere delle persone nei luoghi di cura, della cultura e nella vita quotidiana e oggi può oggi contare sul coinvolgimento e il supporto di un partner di valore come l'Università della Svizzera italiana (USI). Il primo obiettivo è la nascita di "Connessi per accorciare le distanze": un aggregatore online di attività culturali digitali che ha raccolto una selezione dell'offerta locale e internazionale nata dal 2020 in risposta alle chiusure delle istituzioni culturali causate dalla pandemia. La piattaforma www.culturaesalute.ch è stata pensata cercando di garantire la massima accessibilità per l'utente: disponibile in quattro lingue (italiano, francese, tedesco e inglese), dispone di un sistema unico nel suo genere, che permette di eliminare le "barriere architettoniche informatiche", rendendolo così fruibile anche a coloro che hanno difficoltà visive o cognitive. Rispetto ai contenuti, è stato pensato per diventare il portale di riferimento sul tema "Cultura e Salute" e permette di dare valore a ricerche, pratiche, progetti artistici e culturali nati per il benessere delle persone e delle comunità. Il sito web è il risultato di un accordo formalizzato nel 2020 tra Città di Lugano, Ibsa Foundation e SUPSI al fine di promuovere conoscenza, cura e valorizzazione del patrimonio culturale e delle industrie creative.

Primo corso di studi accademici "Cultura e salute" all'USI

Il prossimo traguardo è l'imminente avvio del primo corso di studi accademici in Cultura e Salute - con inizio previsto il prossimo 18 ottobre - introdotto dalla Facoltà di scienze biomediche dell'USI per indagare i benefici che intercorrono tra il 'vivere' la cultura e lo stato di salute della persona. Il corso ha l'obiettivo di approfondire il ruolo che l'arte e la partecipazione culturale in generale hanno nel benessere fisico e mentale dell'individuo e della collettività e di fornire le chiavi interpretative della funzione esercitata dalla cultura nella sfera della salute, attraverso una rivisitazione di esperienze e buone pratiche condotte in ambito scientifico e medico. "Le evidenze scientifiche hanno ormai consolidato l'idea che l'arte ha effetti benefici sulle persone, tanto da poterla considerare come una terapia. Siamo orgogliosi di poter avviare un corso di studi che apre un nuovo filone didattico di grande attualità e concretezza, e di farlo con la collaborazione delle Istituzioni locali e di un partner come Ibsa Foundation che da lungo tempo contribuisce con diverse attività e progetti allo sviluppo della nostra Università" - commenta Giovanni Pedrazzini, decano della Facoltà di Scienze biomediche dell'USI -. "Integrare la nostra offerta formativa con un corso dedicato a Cultura e Salute significa offrire ai nostri studenti di medicina, e non solo, uno strumento utile a capire fino in fondo il contesto in cui si muovono e a diffondere la consapevolezza che la cultura, in ogni sua forma, può essere una vera e propria cura". "L'attività culturale nel suo senso più ampio ha una precisa valenza, dimostrandosi un importante strumento di prevenzione e di affiancamento alla cura. Anche alla luce di questo, abbiamo iniziato a collaborare con la Divisione Cultura di Lugano nel progetto Cultura e Salute" - spiega Silvia Misiti, direttore di Ibsa Foundation. "Il corso universitario che stiamo promuovendo presso l'USI è solo l'ultimo in ordine temporale dei progetti attivati in questo contesto. Favorire il dialogo tra sapere umanistico e scientifico è la mission della nostra Fondazione e promuovere la cultura per il benessere fisico e psicologico ci consente di dare un contributo al miglioramento della qualità della vita delle persone".

Primo Forum Svizzero Cultura e Salute

Dialogo e confronto sono al centro dell'ultima iniziativa del progetto Cultura e Salute per il 2021: il primo Forum Svizzero Cultura e Salute intitolato "Alleanza per un futuro sostenibile", in programma a Lugano il 26 e 27 novembre 2021. Durante questo Forum saranno presentate le evidenze scientifiche e le migliori buone pratiche a livello internazionale, che stimoleranno il dibattito e il confronto sul tema, grazie all'intervento di esperti di chiara fama. In questa occasione verrà presentato l'esito della selezione dalle candidature della Call for Case Studies appena lanciata, al fine di dare la massima visibilità a quanto accade nel contesto svizzero. Operatori ed esperti del tema sono invitati a sottoporre esperienze e progetti innovativi sviluppati e realizzati in Svizzera con il supporto di metodologie innovative e sulla base di risultati scientifici definiti. Istruzioni disponibili sul sito culturaesalute.ch. Il progetto Cultura e Salute è sostenuto anche da UBS Switzerland AG e Farma Industria Ticino.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi