Sanità

lug292021

Farmaceutica, Ibsa presenta CorPharma distretto sostenibile al servizio della comunità

Farmaceutica, Ibsa presenta CorPharma distretto sostenibile al servizio della comunità

CorPharma è il nuovo distretto industriale di Ibsa basato sulla sostenibilità sociale: "Crescere, cambiare ed evolvere senza mai smettere di esserci per le persone e la comunità"

Crescere, cambiare ed evolvere senza mai smettere di esserci, per le persone e la comunità è il messaggio lanciato da Ibsa Institut Biochimique SA per la presentazione del progetto CorPharma a Lugano, evento organizzato per raccontare l'idea e lo sviluppo del nuovo distretto industriale - che si trova nel polo di Pian Scairolo e il cui cuore pulsante è la sostenibilità sociale - a partire dallo stabilimento produttivo di COSMOS. «La pandemia non ha fermato la volontà di investire della Società, nonostante le difficoltà. Noi ci siamo: questo è il messaggio che vogliamo lanciare, una promessa che viene mantenuta anche attraverso il grande progetto di sviluppo del distretto sostenibile di CorPharma», ha affermato Arturo Licenziati, presidente, amministratore delegato e Fondatore di Ibsa.

Percorso di sostenibilità integrato investendo sul territorio

Il Gruppo ha deciso di credere in un percorso di sostenibilità integrato nella dimensione sociale, ambientale ed economica investendo nel e per il territorio, partendo dal Ticino, ma con una visione che va ben oltre i confini svizzeri «Negli ultimi 36 anni - ha affermato Antonio Melli, direttore Finanziario del Gruppo Ibsa - sono stati investiti oltre 800 milioni di franchi in infrastrutture produttive, beni immateriali e acquisizioni che hanno creato le condizioni per lo sviluppo del business, con un grande impatto sull'alleato attività che a loro volta hanno generato una ricchezza ridistribuita e condivisa con la comunità. Con il distretto CorPharma si creano le condizioni non solo per l'ulteriore crescita del Gruppo, ma anche per perseguire l'obiettivo di offrire migliori condizioni di lavoro e nuove opportunità alle nostre persone e alle loro famiglie. La ristrutturazione di COSMOS è un esempio di questo approccio: un impianto focalizzato sulla pianificazione territoriale sostenibile che, beneficiando delle infrastrutture esistenti, ha promosso il recupero e la trasformazione degli spazi, incidendo positivamente sulla riqualificazione del tessuto urbano e sulla qualità della vita».

Rilancio dello stabilimento produttivo COSMOS

Con una superficie totale di 16.200 metri quadrati COSMOS è il più grande stabilimento produttivo di Ibsa. L'investimento era finalizzato all'ottenimento di un edificio esteticamente bello, innovativo, tecnologico e sostenibile. La progettazione e i lavori sono stati realizzati dall'architetto del Gruppo, Christophe Direito: «Abbiamo posto grande attenzione alla sostenibilità dei materiali, ponendo l'accento sul verde come elemento predominante al fine di promuovere la conservazione della biodiversità degli spazi naturali prevedendo la realizzazione di un verde verticale e di un 'orto didattico', con la coltivazione di erbe officinali autoctone. Tutto questo sarà a disposizione della comunità locale, con luoghi dedicati al tempo libero, al gioco, alle attività ricreative e creative. Per fare un esempio, qui si trasferirà il Nido Primi Passi, si aprirà un asilo nido, ma si svilupperanno anche tante altre iniziative - dedicate all'educazione e alla cultura e pensate per soddisfare le esigenze delle prossime generazioni». Efficienza e ottimizzazione, qualità e precisione guideranno l'attività dello stabilimento, che partirà con tre linee di produzione - già testate, validate e in corso di approvazione da parte delle autorità regolatorie - a regime all'inizio del 2022, con la produzione di tiroide ormoni a un ritmo che genererà 240 milioni di dosi terapeutiche all'anno, impiegando oltre 250 persone per tutte le produzioni in loco. Enrico Gasperotti, responsabile degli stabilimenti produttivi del Gruppo Ibsa, ha spiegato: «COSMOS non è solo un impianto produttivo; è innovazione e tecnologia e produzione all'avanguardia, unite alle grandi capacità delle persone che ci lavorano. Le linee di produzione sono gestite da sistemi automatizzati e interconnessi, in linea con i più recenti requisiti dell'industria 4.0; questo ci consentirà di avere un controllo puntuale dei sistemi e dei processi, garantendo così i più alti standard qualitativi dei farmaci che produciamo, che si traduce in una sicurezza ancora maggiore per i pazienti». COSMOS e il distretto di CorPharma sono stati concepiti fin dall'inizio pensando al comfort delle persone, perché è con questo approccio che vengono creati gli spazi Ibsa - in Svizzera, in Italia e nel resto del mondo. «Creare uno spazio in cui vivere e lavorare bene significa creare le condizioni per migliorare la produttività, la qualità del lavoro e il clima, attivando un circolo virtuoso a vantaggio di tutti. Tutto questo processo fa parte dell'evoluzione e della crescita di IBSA, un'Azienda che non si è fermata nonostante la pandemia e, al contrario, ha continuato a creare posti di lavoro, mantenendo un trend di assunzione positivo in tutto il Gruppo, che ha portato ad oggi gli oltre 2.000 dipendenti», ha concluso Virginio Cattaneo, responsabile Risorse Umane, Gruppo Ibsa.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO