Sanità

nov162021

Farmaceutica, Ibsa: trasformazione sostenibile restituisce valore a persone e comunità

Farmaceutica, Ibsa: trasformazione sostenibile restituisce valore a persone e comunità

Il terzo Rapporto Sostenibilità di Ibsa: obiettivi, performance dell'azienda e attività relative agli aspetti peculiari della sostenibilità ambientale

Obiettivi, performance dell'azienda e attività relative agli aspetti peculiari della sostenibilità ambientale, sociale ed economica sono stati messi "nero su bianco" nel 3° Rapporto di Sostenibilità pubblicato da Ibsa, Institut Biochimique SA, la terza tappa di un cammino per rendere sempre più concreta la filosofia dell'Azienda che "conferma il proprio impegno per la trasformazione sostenibile dell'Azienda attraverso un percorso che vuole restituire valore alle persone e alle comunità a livello locale e globale". «Siamo convinti che essere sostenibili non significhi solo essere rispettosi dell'ambiente, ma piuttosto operare in modo etico, integrando il miglioramento ambientale della produzione industriale, con l'impegno sociale e la capacità di prendersi cura della comunità in modo responsabile e trasparente» commenta Arturo Licenziati, Presidente, Ceo e Fondatore di Ibsa. Il percorso intrapreso dall'azienda nel 2015, si legge in una nota, prosegue con un impegno costante e mirato a massimizzare gli effetti positivi che l'Azienda può generare sulla società, operando responsabilmente per generare valore economico, attribuendo il medesimo grado di priorità tanto alla promozione del progresso sociale quanto alla preservazione delle risorse ambientali.

Riduzione consumi risorse e transizione verso combustili non fossili

A fronte di una sensibile crescita della produzione industriale, dal 2018 ad oggi, i consumi di risorse naturali sono progressivamente diminuiti: risparmio idrico del 7%, riduzione dell'uso di olio combustibile del 17% e di gas naturale dell'1%. Inoltre, si è registrata una transizione verso i combustili non fossili ed è nettamente aumentata la componente rinnovabile nel mix energetico fornito dai partner industriali. Anche in tema di riciclo dei rifiuti, i risultati sono significativi: ad esempio, delle 370 tonnellate di rifiuti prodotti nella filiale italiana, il 97,7% è stato totalmente riciclato tramite aziende specializzate, e il 2,3% smaltito a norma di legge. Inoltre, nella filiale cinese il consumo di acqua è diminuito del 30% rispetto al 2018. L'azienda ricorda anche che a luglio 2021 ha inaugurato Cosmos, lo stabilimento produttivo inserito nel più ampio progetto del Corpharma, nuovo distretto industriale di Pian Scairolo a Lugano realizzato con un investimento, ad oggi, di 150 milioni di franchi. Con 16.200 mq di superficie, Cosmos è l'impianto produttivo più grande di Ibsa ed è stato sviluppato seguendo i più alti standard di innovazione tecnologica e sostenibilità, con un'attenzione alla progettazione, ai materiali, agli ambienti esterni e di lavoro che tengono conto anche della biodiversità degli spazi naturali e con strutture dedicate ad attività ricreative ed educative.

Contributo attivo a società e benessere delle persone

Il Rapporto di Sostenibilità si sviluppa lungo un'altra importante direttrice: il contributo attivo alla società, e il benessere delle persone (pazienti, collaboratori e comunità intera) è sicuramente il fulcro di tutta l'attività dell'Azienda, partendo proprio dal suo interno. Ibsa è infatti da sempre impegnata a promuovere un ambiente di lavoro aperto e inclusivo, dove tutti i collaboratori si sentano apprezzati e abbiano un forte senso di appartenenza e di identificazione con i valori aziendali. Il Gruppo, dal 2018 al 2020, ha registrato una crescita dell'organico del 15,8%, accompagnato anche dal raggiungimento di una quasi totale parità di genere (uomini 52%, donne 48%) con un'importante presenza femminile anche nei ruoli apicali, il 43% dei dirigenti o dei capi reparto è infatti donna.

Finanziamenti e borse di studio in ambito medico-scientifico

Le numerose attività messe in campo da Fondazione IBSA non solo offrono finanziamenti e borse di studio in ambito medico-scientifico, ma mirano a favorire il dialogo tra sapere umanistico e sapere scientifico con approcci che coinvolgono la comunità a tutti i livelli, dal mondo istituzionale alla scuola, e con linguaggi creativi e innovativi pensati per formare le nuove generazioni e ispirare i loro percorsi di crescita. Vanno in questa direzione, progetti come "Let's Science!" - il percorso creativo di divulgazione scientifica che attraverso laboratori esperienziali, mostre e il fumetto coinvolge le scuole e le istituzioni sui temi della salute - e il progetto "Cultura e Salute", ideato nell'ambito della partnership con la Città di Lugano, che intende facilitare l'utilizzo delle arti e della cultura quali strumenti di promozione della salute e prevenzione delle malattie.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi