Sanità

ott222015

Farmaci abortivi online, Lorenzin: fenomeno frenato. Bollino a garanzia di legalità

Farmaci abortivi online, Lorenzin: fenomeno frenato. Bollino a garanzia di legalità
Il fenomeno degli aborti eseguiti ricorrendo all'uso improprio di farmaci reperibili tramite siti non autorizzati non è in aumento c'è, invece, una stabilizzazione. È quanto ha risposto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin nel corso del Question Time alla Camera, al margine del quale ha ricordato che, per quanto riguarda la sicurezza della vendita dei farmaci online, «le farmacie autorizzate devono essere ben riconoscibili attraverso un bollino di certificazione rilasciato dal ministero della Salute, al contempo i siti non autorizzati devono venire oscurati: lo prevede la normativa del 2014». Lorenzin ha risposto a un'interrogazione parlamentare dei deputati Gian Luigi Gigli e Mario Sberna, del gruppo Per l'Italia-Centro Democratico sui rischi connessi al fenomeno dei siti internet che vendono farmaci per l'interruzione di gravidanza. I deputati hanno chiesto al ministro quali iniziative intenda porre in essere sottolineando come «prolifichino siti che vendono farmaci per l'interruzione di gravidanza, che spiegano come fare un aborto con pillole di uso comune (medicinali antiulcera e altro) che hanno lo stesso effetto della RU486, che consigliano l'acquisto del misoprostolo. Siti che presentano la loro offerta in modo accattivante, garantendo poche domande, anonimato, prezzi scontati, tutela della privacy». E hanno ricordato che «farmaci originariamente destinati ad usi diversi sono andati ad alimentare un incontrollabile mercato nero e un floridissimo business su internet, con rischio altissimo di incappare in medicinali contraffatti: spesso sono farmaci con un principio attivo minimo o con eccipienti nocivi per la salute, che sono stati lavorati in condizioni igieniche disastrose».

Simona Zazzetta
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Dobrilla - Cinquemila anni di effetto placebo
vai al download >>

SUL BANCO