farmaci

apr132022

Farmaci, Racagni (Sif): grazie a collaborazione con Aifa pubblicazione su Pharmadvances dei registri

Farmaci, Racagni (Sif): grazie a collaborazione con Aifa pubblicazione su Pharmadvances dei registri

Grazie alla collaborazione tra Sif e Aifa i dati contenuti nei registri verranno pubblicati sulla rivista Sif 'Pharmadvances', edita Edra

Grazie alla collaborazione tra Sif e Aifa i dati contenuti nei registri verranno pubblicati sulla rivista Sif 'Pharmadvances', edita Edra. È quanto annuncia il presidente Sif Giorgio Racagni intervistato da Sanità33, a margine del 14/mo Forum Pharma organizzato a Roma dalla Società Italiana di Farmacologia. «È una collaborazione molto importante - spiega - da tempo si chiede che questi dati vengano pubblicati, ora finalmente potremmo averli. Metteremo a disposizione di tutta la comunità scientifica nazionale e internazionale i risultati del profilo farmacologico dei farmaci che sono stati utilizzati per diversi anni in terapia».


Forum Pharma momento di incontro tra gli stakeholder del farmaco

Gli argomenti sul tavolo della discussione sono stati tanti, «dalla rivoluzione digitale nella ricerca e sviluppo farmaceutico alle azioni per promuovere e incentivare la Ricerca farmacologica preclinica e clinica in Italia da parte delle Istituzioni pubbliche e private, passando per la gestione delle cronicità. Siamo di fronte ad una trasformazione epocale del farmaco, dobbiamo capire dove si può muovere, nel futuro, la politica di governance», spiega Racagni. Lo scopo del Forum, dichiara Giuseppe Cirino, presidente eletto della Sif, è proprio quello di consentire, dopo questi due anni di pandemia, «un momento di incontro tra gli stakeholder del farmaco quindi le agenzie regolatorie, le aziende e i ricercatori universitari e parlare del presente e futuro del farmaco». Il Forum è stata anche «un'occasione per discutere delle opportunità del Pnrr. Al tema sono state dedicate delle tavole rotonde. Il Pnrr mette aziende, università e centri di ricerca in condizione di poter collaborare per sviluppare nuovi farmaci ma soprattutto per migliorare anche l'accesso agli stessi», spiega Cirino. «Il farmacologo vuole essere un attore in quello che verrà realizzato con il Pnrr - dichiara Racagni - ci interessano la missione 4 e 6. La 4 riguarda l'università e la ricerca, siamo interessati a fare delle proposte dalla ricerca all'industria. Bisogna formare degli specialisti su quelle che sono le patologie e le tematiche del futuro e dare al farmacologo clinico un ruolo importante nel servizio sanitario nazionale».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi