Sanità

gen82018

Farmaci scaduti, a Roma è emergenza rifiuti: l'azienda Ama non li ritira

Farmaci scaduti, a Roma è emergenza rifiuti: l’azienda Ama non li ritira
Il caos scoppiato a Roma nelle scorse settimane per l'emergenza nella gestione dei rifiuti ha finito per coinvolgere anche le farmacie con pesanti disagi: bidoni strabordanti di confezioni di medicinali non ritirati e mancata consegna di nuovi contenitori. A denunciare la criticità della situazione nell'edizione locale del Corriere della Sera è Osvaldo Moltedo, presidente di Federfarma Lazio: molti esercizi in nove Municipi della Capitale hanno segnalato negli ultimi 40 giorni che i bidoni erano stracolmi oppure non c'erano proprio. «È un disservizio intollerabile. E se nel bidone si rompe la chiusura di sicurezza, incidente che è avvenuto moltissime volte negli ultimi mesi, il contenitore non viene cambiato». Moltedo ricorda che non è possibile ammassare i sacchetti pieni di scatoline sui bidoni all'aperto: «Non è solo un problema di decoro, ma di sicurezza: vagabondi e animali randagi potrebbero provare a prendere le medicine scadute. E se dovessero ferirsi con le siringhe o assumere pillole o fiale scadute, di chi sarebbe la responsabilità?».

E aggiunge: «I bidoni devono essere regolarmente svuotati. Il farmacista deve fare pure i conti con tanti incivili che abbandonano in buste fuori, a terra, i farmaci scaduti. E non tutti accettano di riportare a casa i sacchetti e tornare dopo qualche giorno». Non è la prima volta che il problema si verifica: negli ultimi anni questi disagi si sono ripetuti varie volte. «A volte dall'Ama si sono giustificati dicendo che avevano problemi di personali. Essendo in pochi, basta qualche assenza per fare saltare la raccolta. Ovviamente sono giustificazioni inaccettabili per una città come Roma. Non si possono fare le nozze con i fichi secchi». Dal canto suo l'Ama ha replicato: «Degli oltre 750 punti di raccolta dei medicinali caduti in città, la gran parte risulta funzionante e capiente. E comunque stiamo lavorando per sostituire in fretta i bidoni rotti». Inoltre, l'azienda consiglia di separare i foglietti illustrativi e le scatole vuote dei farmaci nei contenitori di carta e cartoni, «così da non occupare spazio per blister, fiale e siringhe nei bidoni delle medicine scadute». (SZ)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi