Diritto

giu222017

Farmacie, Dpc non può essere disposta autoritativamente da Regione

La dispensazione dei farmaci "per conto" non può essere disposta né disciplinata autoritativamente dalle Regioni, presuppone l'adesione su base volontaristica

Farmacie, Dpc non può essere disposta autoritativamente da Regione
La modalità di distribuzione "per conto" rappresenta una forma di "distribuzione diretta", alternativa a quella che avviene tramite Aziende Sanitarie, le strutture pubbliche ospedaliere e le farmacie pubbliche. Il farmaco viene acquistato direttamente dalle case produttrici e poi distribuito tramite le farmacie convenzionate, alle quali viene corrisposto un compenso; il ricorso alla distribuzione "per conto", tramite le farmacie convenzionate, non rappresenta un obbligo, né una modalità dovuta, ma è rimessa alla facoltà delle Regioni, nell'esercizio della discrezionalità che loro compete nella organizzazione del servizio di assistenza farmaceutica "diretta". La dispensazione dei farmaci "per conto" non può essere quindi disposta né disciplinata autoritativamente dalle Regioni ma presuppone l'adesione su base volontaristica dei titolari delle farmacia, da esprimere eventualmente mediante adesione delle associazioni di categoria.

( avv.ennio grassini - www.dirittosanitario.net)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO