Sanità

lug182018

FarmacistaPiù, Cossolo: l'entrata di Federfarma una scelta naturale

FarmacistaPiù, Cossolo: l’entrata di Federfarma una scelta naturale
«L'entrata di Federfarma nella compagine di FarmacistaPiù è la logica conseguenza di tutto quello che è stato il percorso di questo primo anno del nuovo Consiglio di presidenza, improntato alla ricerca dell'unione tra le varie rappresentanze di categoria». Parole del presidente di Federfarma Marco Cossolo in un'intervista a Federfarma Channel. La quinta edizione di FarmacistaPiù - che si terrà a Roma il 12 e 13 ottobre prossimi - vede infatti, per la prima volta, la partecipazione attiva del sindacato dei titolari. «La nuova dirigenza di Federfarma», prosegue Cossolo, «ha instaurato una collaborazione intensa e proficua soprattutto con Fofi e Utifar, con le quali abbiamo lavorato in grande sintonia e vogliamo proseguire su questa strada».

"Il paziente, il farmacista, la farmacia e l'alleanza interprofessionale per la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale": questi i temi al centro del congresso dei farmacisti italiani. «Prendendo spunto dal titolo, la presenza di Federfarma sarà finalizzata a rivendicare il ruolo della farmacia come componente essenziale del Servizio sanitario nazionale. Con una particolare attenzione alle attività di presa in carico del paziente e di supporto nell'aderenza alla terapia. E parliamo soprattutto del paziente cronico, visto che alla cronicità è destinato l'80 per cento della spesa farmaceutica». Un'offerta di servizi, rimarca Cossolo, che, in prospettiva, può comportare risparmi non indifferenti per la sanità pubblica. Il solco è quello tracciato da tutti gli ultimi governi: spostare l'assistenza dall'ospedale al territorio, dove capillarità e qualità del servizio farmaceutico sono elementi da valorizzare ulteriormente. Ma ci sono due questioni fondamentali ancora aperte, e non da pochi anni: il rinnovo della Convenzione e le nuove forme di remunerazione per chi opera dietro al banco. Cossolo si dice ottimista: «Confido che le trattative, per entrambi gli ambiti, giungano in porto entro fine anno. In particolare, Federfarma intende fare della nuova Convenzione - di cui si sta discutendo con la controparte pubblica, la Sisac- il caposaldo della farmacia del futuro, in continuità con la farmacia dei servizi».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO