Sanità

apr222011

Farmacisti inglesi troppo stressati

Più di un farmacista su dieci in Gran Bretagna ha pensato di cambiare lavoro a causa dello scarso equilibrio tra vita privata e attività lavorativa. È quanto rende noto Pharmacist Support, “charity” britannica nata per sostenere i farmacisti. Il 12% dei farmacisti, secondo quanto riportato dall’indagine, pensa a cambiare lavoro a causa delle difficoltà a destreggiarsi tra ruolo domestico e professionale. Un dato in crescita visto che era solo il 5% nella precedente analisi effettuata nel 2005. Un ulteriore 12%, dice l’indagine, vorrebbe interrompere la sua attività. L’indagine ha riguardato oltre 18.000 lavoratori ed è in linea con una precedente indagine condotta dalla rivista di settore C+D's, che evidenzia come il 61% dei dipendenti di farmacia avesse sofferto di stress lavorativo nei precedenti 12 mesi. Risultati che secondo un portavoce della charity merita di essere preso in considerazione per trovare soluzioni. «Quando le persone pensano addirittura di lasciare o di riqualificarsi è vitale che si faccia qualcosa» spiega la portavoce di Pharmacist support


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ansel - Principi di calcolo farmaceutico
vai al download >>

SUL BANCO