farmaci

giu132012

Farmacoresistenza, cefalosporina perde efficacia con gonorrea

Ogni anno nel mondo si stima che 106 milioni di persone siano infettate dalla gonorrea e diversi milioni rischiano di non poter essere curate per lo sviluppo di forme della malattia resistenti agli antibiotici. Già in vari paesi sono stati segnalati casi di resistenza a cefalosporina

Ogni anno nel mondo si stima che 106 milioni di persone siano infettate dalla gonorrea e diversi milioni rischiano di non poter essere curate per lo sviluppo di forme della malattia resistenti agli antibiotici. Già in vari paesi, tra cui Australia, Francia, Giappone, Norvegia, Svezia e Gran Bretagna, sono stati segnalati casi di resistenza a cefalosporina, l'ultima opzione terapeutica rimasta contro la Neisseria gonorrhoeae, patogeno che causa la malattia. A lanciare l'allarme è l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms): «I dati disponibili ci mostrano solo la punta dell'iceberg» spiega Manjula Lusti-Narasimhan, del dipartimento di salute riproduttiva dell'Oms «Senza un'adeguata sorveglianza non sappiamo quanto estesa sia la resistenza, e senza la ricerca su nuovi agenti antimicrobici presto potrebbero non esserci più terapie efficaci». In una nuova guida appena stampata, l'Oms invita i paesi membri a una maggiore vigilanza sull'uso corretto degli antibiotici e a fare più ricerche su strategie alternative. La gonorrea, se non trattata, può provocare vari problemi di salute in uomini, donne e neonati, quali infezioni nell'uretra, nella cervice uterina e nel retto, sterilità, aumento delle infezioni da Hiv, gravidanze extrauterine, aborti spontanei, parti prematuri e gravi infezioni oculari in il 30-50% dei bambini nati da madri con l'infezione non curata.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO