Sanità

giu52018

Farma-drive, il titolare: un servizio in più per la comunità che differenzia la farmacia

Farma-drive, il titolare: un servizio in più per la comunità che differenzia la farmacia
Un investimento da circa 10 mila euro, un servizio in più alla comunità, un modo per differenziare l'offerta, a fronte di un'assistenza farmaceutica paragonabile a quella che si riceve al banco ma con un calcolo economico che non è al momento conveniente. Eppure il titolare della farmacia Santa Rita di Bologna ci ha voluto credere e ha aperto uno sportello per la dispensazione dei farmaci in stile "drive-in", «ma che non vuol essere una velocizzazione dell'atto professionale, che resta tale anche se il cittadino non è al banco» chiarisce subito il titolare.

«Abbiamo appena cominciato e il nuovo servizio andrà pubblicizzato - spiega a Farmacista33 - il razionale è offrire un servizio a chi per vari motivi non può scendere dall'auto per entrare in farmacia, dal genitore con il bambino al disabile, dai proprietari di cani a chi semplicemente non trova parcheggio. Il servizio è lo stesso che si riceve al banco, cioè l'atto professionale del farmacista che dispensa il farmaco e il consiglio al paziente, l'obiettivo non è certo velocizzare la procedura. Il tutto rientra in un'iniziativa personale con un investimento che al momento non ha utili, ma per comprenderne la sostenibilità è necessario attendere e continuare a promuoverlo. L'implementazione di per sé è stata semplice: intervento di apertura della finestra sul spazio esterno, segnaletica per guidare gli utenti al volante e una comunicazione alla Asl che non ha avuto nulla da dire».

C'è poi anche una necessità di differenziarsi: «In una città dove ci sono più farmacie di quante dovrebbero essercene, parafarmacie e corner nei supermercati è importante differenziare l'offerta e il ritorno d'immagine di questa iniziativa è un valore che come titolare ho ben chiaro». La stessa iniziativa era stata realizzata anche da altre farmacie: a Isola della Scala in provincia di Verona, dalla farmacia rurale Montanara nel Mantovano dove il servizio è stato realizzato sfruttando il sistema "passafarmaco" che viene usato per il servizio notturno, e a Molinetto, nell'hinterland bresciano.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO