Sanità

giu62017

Farma&Friends, un successo di partecipazione che supera gli 80mila euro

Farma&Friends, un successo di partecipazione che supera gli 80mila euro
Si è conclusa con la consegna di un assegno da 65mila euro al direttore dell'Ospedale San Camillo, Fabrizio D'Alba, la seconda edizione di Farma&Friends, iniziativa ideata due anni fa ormai da Federfarma Roma ed Edra Spa, in collaborazione con Teva Italia, nata con il preciso obiettivo di aiutare in modo concreto le strutture pubbliche a dotarsi di apparecchiature all'avanguardia e di fare beneficenza più in generale nel campo del Ssn.
Oltre 1.300 farmacisti oltre che esponenti della politica e delle istituzioni, che hanno contribuito a far lievitare la cifra raccolta nell'arco di un anno. Più di 80mila euro l'incasso totale che basterà, tolti i 65mila per il San Camillo, ad aiutare concretamente chi ne avrà assoluto bisogno.
«Un evento eccezionale quello di quest'anno - spiega Vittorio Contarina, presidente di Farma&Friends, neo vice presidente di Federfarma nazionale - in cui il mondo del Farma e quello degli amici si uniscono per fare beneficenza. Già lo scorso anno, con l'acquisto della culla termica per il soccorso in elicottero donata al Policlinico di Roma, abbiamo salvato 5 vite. Speriamo di riuscire nello stesso intento anche con i fondi donati quest'anno al San Camillo».



Soddisfazione anche per Marco Cossolo, neo eletto alla guida di Federfarma nazionale. «Eventi come Farma&Friends, oltre a dare aiuti concreti a chi ne ha bisogno, restituiscono un'immagine diversa dei farmacisti che sono sempre pronti ad aiutare i cittadini sia nelle situazioni ordinarie che straordinarie».



E di quanto siano importanti i farmacisti nella vicinanza ai pazienti e ai cittadini in difficoltà, ha parlato la neo eletta alla presidenza del Sunifar, Silvia Pagliacci. «I farmacisti tutti, titolari e non, sono una grande energia a favore degli italiani e situazioni come Farma&Friends lo dimostrano. A maggior ragione lo sono i farmacisti rurali che ogni giorno sono a disposizione dei cittadini in zone complicate e in situazioni più difficili di altre».



Dell'importanza sociale della categoria ha parlato anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. «Non sempre c'è stata consapevolezza del ruolo del farmacista. Negli anni bui del Ssn, le farmacie sono state percepite come un problema, invece erano e sono una grande rete territoriale che è rimasta inalterata al di là dei tagli e nei piccoli comuni».



Per Osvaldo Moltedo, presidente di Federfarma Lazio, «i farmacisti hanno una grande funzione sociale sul territorio, oltre che professionale. Dimostriamo con eventi come Frama&Friends di avere grande sensibilità oltre che tutta la nostra attitudine nel lavoro di ogni giorno».



Di progetti chiari per impegnare i soldi rimanenti dopo la donazione al San Camillo, ha parlato Alfredo Procaccini, Consigliere di Federfarma Roma. «Abbiamo già in mente a chi potranno andare i soldi raccolti che resteranno dalla donazione dei 65mila euro. Lo scorso anno aiutammo i colleghi terremotati, fortunatamente ora non abbiamo questa necessità e indirizzeremo le somme ad altri scopi benefici».



La solidarietà arriva anche dai colleghi del Sud. A parlare del grande impegno che sul tema coinvolge anche Federfarma Palermo, è stato il presidente Roberto Tobia, neo eletto tesoriere di Federfarma nazionale. «In situazioni come queste, riscopriamo l'importanza di essere attori protagonisti di una fase di rinnovamento della nostra figura professionale, che deve tornare all'unità della base facendo squadra».

Dello stesso avviso Eugenio Leopardi, presidente Utifar. «Questa iniziativa benefica, ha rimesso al centro della società il farmacista che non è solo il dispensatore di farmaci, ma attore necessario di un sistema che ruota attorno alle esigenze di pazienti e cittadini».



Soddisfazione anche per Teva Italia, main sponsor dell'evento. «Siamo da sempre molto attenti al tema della responsabilità sociale e crediamo che industrie del farmaco e farmacisti debbano fare squadra per mettere al centro il cittadino», sottolinea Salvatore Butti, Sr Director Bu Generics, Otc & Portfolio Teva Italia. «Come azienda lo facciamo da sempre ed è per questo che sosteniamo iniziative come Farma&Friends».



Rossella Gemma
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO