Sanità

set302011

Farmindustria: le istituzioni trovino al più presto soluzioni per la crescita

Farmindustria, dopo la presentazione dei dati sulla farmaceutica, ribadiscela necessità per il settore di trovare soluzioni condivise con le istituzioni e di garantire una maggiore sostenibilità.

Tra la manovra di luglio che mette mano pesantemente alle tasche delle imprese, i tagli al settore della farmaceutica e la scadenza a giugno 2012 del pay back in caso di extratetto sull'ospedaliera, c’è la necessità per il settore di trovare soluzioni condivise con le istituzioni e di garantire una maggiore sostenibilità. A lanciare l’appello, il presidente Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, intervenuto a ridosso della presentazione dei dati Aifa sulla farmaceutica del primo semestre 2011. I tagli al settore, che ammontano «al 10%», come si legge sul Sole 24 Ore Sanità, e in passato sono arrivati fino «al 17% della spesa» producono un risparmio dell'1,7%. Il problema, secondo il presidente degli industriali, è che la parte restante della spesa ha livelli di crescita elevati e le istituzione sembrano intervenire ancora poco. D’altra parte, l’industria farmaceutica costituisce un traino per il paese, con livelli di export del «60%» e una ricerca svolta su suolo italiano pari al 90%.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO