Sanità

mag312017

Federfarma, Contarina: la voglia di cambiamento ha prevalso sulla paura

Federfarma, Contarina: la voglia di cambiamento ha prevalso sulla paura
«La voglia di cambiamento ha prevalso sulla paura». Così Vittorio Contarina, appena nominato vicepresidente di Federfarma, sintetizza la vittoria elettorale della lista di Farmacia Futura, capeggiata da Marco Cossolo, che ha portato a un nuovo gruppo dirigente alla guida di Federfarma. Per Contarina anche un successo personale, visto che è risultato il più votato tra i consiglieri. «È così e sono molto soddisfatto, ma la mia vittoria più grande sarebbe stata se i sei consiglieri fossero arrivati tutti alla pari. Perché siamo una squadra con la S maiuscola. Un vero gruppo».

Ed è questo l'aspetto su cui pone l'accento il presidente di Federfarma Roma, che nel nuovo Consiglio avrà deleghe specifiche sul fronte della comunicazione. «Sono contento che sia stata scelta la squadra e il suo valore. Al di là di Marco Cossolo, anche Silvia Pagliacci è diventata presidente Sunifar e non tutti ci credevano. La vittoria della nostra lista rappresenta una forte inversione di tendenza e un chiaro passaggio generazionale sia nel metodo sia nella mentalità. Tutto questo ha vinto sulla paura del cambiamento che nel farmacista è sempre molto radicata». E ora? Quali sono le prossime sfide che il nuovo gruppo dirigente si trova ad affrontare? «Le urgenze sono tante. Dovessi indicarne qualcuna partirei dagli accordi sulla Dpc. Bisogna trovare una soluzione a livello nazionale e dire basta a sanità diverse in ogni Regione. Poi vediamo se riusciamo a "sanare" e risolvere definitivamente il problema delle parafarmacie sulla fascia C».

Ma oltre a questi punti ce n'è un altro che sta molto a cuore a Contarina, anche in virtù del suo nuovo incarico all'interno del sindacato. «Bisogna reimpostare la comunicazione interna ed esterna e ripristinare l'immagine della farmacia italiana agli occhi dell'opinione pubblica. Un lavoro improbo» osserva «visto che la passata gestione di Federfarma ci ha lasciato un'immagine disastrosa agli occhi del pubblico». Basta, perciò, a servizi televisivi che screditano la categoria? «L'obiettivo è quello. Ma ci aspetta un lavoro lungo visto che sono abituati a fare di noi "carne da macello"». Sulla vittoria di Farmacia Futura spicca il successo dei rappresentanti romani, l'onda lunga della lista Reset che due anni fa aveva vinto le elezioni locali. «Sono orgoglioso, come presidente di Roma, che dopo 9 anni di assenza per motivi noti (i contrasti tra la presidente Racca e l'allora presidente romano Franco Caprino ndr) Roma torni a contare notevolmente a livello nazionale. È la vittoria del metodo Reset» conferma Contarina «che da due anni ha cambiato i paradigmi dell'essere farmacisti sulla capitale e adesso in Italia. Abbiamo dato il nostro contributo e caratterizzato con una parte di Reset (oltre a Contarina, Osvaldo Moltedo) la Federfarma nazionale, riportando entusiasmo nella categoria» conclude.


Marco Malagutti
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO