Sanità

nov242010

Federfarma Lazio, senza rimborsi rischio assistenza

Federfarma Lazio non esclude di non poter più garantire l'assistenza «se la Regione Lazio dovesse continuare nel ritardo dei pagamenti, che allo stato attuale ammontano a circa 535 milioni rispetto a una spesa annuale di circa 1.200 milioni». L'associazione dei titolari delle 1500 farmacie della Regione, in una nota denuncia il mancato pagamento, da parte della Regione, dei rimborsi degli ultimi 5 mesi, e non esclude decisioni che, in caso di ulteriori ritardi, sarebbero inevitabili. «I pagamenti vengono effettuati con ritardi ormai insostenibili e la situazione è molto pesante», sottolinea il presidente di Federfarma Lazio, Franco Caprino, secondo il quale «questi ritardi stanno provocando gravi difficoltà economiche alle farmacie e qualcuna è sul punto di chiudere. Ritardi che, tra l'altro, appaiono incomprensibili e ingiustificati dal momento che sono stati recentemente sbloccati i fondi statali destinati alla Regione Lazio». Caprino ricorda che «entro il mese dovranno essere pagati gli acconti delle imposte e le farmacie, oltre agli stipendi dei circa 7000 dipendenti, dovranno far fronte a breve al pagamento delle tredicesime. Impegni che in questa situazione sarà difficile mantenere"». Per questo motivo, Federfarma Lazio auspica «un incontro urgente» con il Presidente e Commissario, Renata Polverini, e l'assessore al bilancio Stefano Cetica per trovare al più presto le idonee soluzioni.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO