Sanità

feb292012

Federfarma, non è una riforma seria

Non è per nulla soddisfatta dell’accordo raggiunto sulle farmacie Annarosa Racca, presidente di Federfarma. «Stiamo ancora valutando il testo ma certo quello che emerge dal provvedimento sulle liberalizzazioni fa prevalere una logica commerciale, e dunque non possiamo essere soddisfatti» è il suo commento alla riformulazione dell'articolo 11 sulle farmacie. «Siamo molto preoccupati per la sostenibilità del sistema, è inutile negarlo» precisa Racca «perché questo provvedimento rischia di mettere in forte crisi il sistema e non favorisce lo sviluppo del settore». «Noi ce l’abbiamo messa tutta» continua il presidente di Federfarma, ma «alla fine hanno prevalso le logiche di mercato, in nome delle quali vengono messi in discussione i turni notturni delle farmacie, dimenticando  che la liberalizzazione degli orari degli esercizi commerciali ha creato tali problemi da indurre diverse Regioni, di vari schieramenti politici, a ricorrere alla Corte Costituzionale». Non solo, «più che apportare miglioramenti al servizio reso dalle farmacie si è voluto aumentare indiscriminatamente il numero degli esercizi e inserire elementi di concorrenza in un settore che necessitava solo di una riforma seria, come avevamo chiesto». Al contrario, ha concluso Racca, «noto che le parafarmacie sono state avvantaggiate da questo testo». (M.M.)


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO