Sanità

giu62017

Federfarma, primo consiglio di presidenza targato Cossolo. Tra priorità rinegoziare Ccnl

Federfarma, primo consiglio di presidenza targato Cossolo. Tra priorità rinegoziare Ccnl

L'intenzione è di aprire quanto prima il tavolo per il rinnovo del contratto nazionale dei dipendenti di farmacia e il primo passaggio richiesto è l'istituzione della commissione negoziale all'interno di Federfarma. È questo uno dei temi tra quelli a cui è stata data più urgenza all'ordine del giorno del primo consiglio di presidenza che si terrà oggi guidato da Marco Cossolo, neo presidente di Federfarma che si è dimesso da tutte le cariche extrasindacali.

L'esigenza di «rinegoziare il contratto nazionale è uno dei punti del programma» spiega Cossolo, e come si legge nel testo, è legata anche al fatto che «il contratto non garantisce assolutamente una gestione flessibile e oculata del personale assunto in farmacia e comporterà, quando rinnovato, un onere gravoso a carico delle farmacie che si troveranno» strette «tra il tentativo di recupero di mercato e l'adeguamento del potere d'acquisto delle retribuzioni». Per questo l'obiettivo è un «nuovo contratto più coerente con le esigenze di mercato, basato su principi di flessibilità e premialità». Ma da sfondo c'è anche l'esigenza di «scongiurare lo sciopero del 15 giugno. E, in tema di rinnovo, continua Cossolo, «il primo passaggio necessario per avviare il tavolo con i sindacati è l'istituzione della Commissione negoziale di Federfarma, a cui verrà dato il mandato per poter lavorare». Dalla commissione ci si aspetta «uno studio», sentendo anche l'esperto di diritto del lavoro di riferimento per una valutazione, e «recepite le istanze, il prossimo Consiglio di presidenza darà le linee guida». Ma «nel frattempo, se la Commissione riterrà opportuno aprire già il tavolo, anche per sentire i sindacati, avrà tutte le carte per farlo».
Per quanto riguarda i contenuti, nel programma sono stati indicati alcuni temi chiave quali, in sintesi, «forme di prevenzione dell'assenteismo; agevolazioni nelle assunzioni di apprendisti; detassazione dei premi di risultato; introduzione di quote di salario variabile parametrato al raggiungimento di obiettivi; maggiore elasticità nei contratti di lavoro a tempo determinato; inserimento di nuove figure professionali, con previsione di relativi percorsi formativi per l'apprendistato».

Durante il consiglio di oggi si procederà anche all'assegnazione delle deleghe di rappresentanza per materia a tutti i componenti del consiglio di presidenza. E tra i punti all'ordine del giorno, come era già stato anticipato, «razionalizzazione delle spese, mandato alla segreteria nazionale perché rediga il regolamento attuativo dello statuto, nel quale dovrà essere sancita l'autonomia gestionale e organizzativa del Sunifar, la definizione delle priorità e delle linee programmatiche del governo della Federazione per i prossimi tre anni e l'esame di una bozza di accordo diretta ad aprire un rapporto di collaborazione continuativo con Federfarma Servizi con la possibilità di inviare un proprio rappresentante in consiglio di presidenza».

Intanto, da Cossolo è arrivata anche la conferma delle dimissioni dalle cariche extra sindacali, avvenuta il primo giugno, in qualità di amministratore delegato di Unifarma S.p.A., Farmauniti s.c. e UninetFarma: «Come ho già avuto modo di spiegare pubblicamente, le mie dimissioni non sono legate alle incompatibilità con la carica di Presidente di Federfarma che hanno ispirato il "Regolamento sul conflitto di interessi" approvato dall'Assemblea di Federfarma, di cui sono stato promotore nel corso del mio mandato di Coordinatore del Consiglio delle Regioni. Sono invece un gesto di responsabilità che deriva dalla consapevolezza che l'incarico di Presidente nazionale di Federfarma non consente di mantenere ulteriori impegni oltre a quello nella mia farmacia ed ancor meno di seguire l'operatività di un gruppo che fattura circa 600 milioni di euro».


Francesca Giani


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Dobrilla - Cinquemila anni di effetto placebo
vai al download >>

SUL BANCO