Sanità

giu72014

Federfarma Veneto: da maggio oltre un milione e mezzo di ricette online

internet-thumb

Oltre un milione e mezzo di ricette dematerializzate, con il 90% delle farmacie che spedisce online e l’impegno della Regione a mettere tutti i presidi nella condizione di poter gestire le ricette digitali. È questo il punto sulla prescrizione online in Veneto secondo quanto spiega a Farmacista33 Alberto Fontanesi, presidente di Federfarma Veneto, che fa anche un quadro del progetto webcare. «Le farmacie venete sono partite bene sul fronte informatizzazione in sanità, con i due progetti della ricetta digitale e del webcare. Nel primo caso, abbiamo ottenuto grandi risultati in due mesi, da quando ci siamo confrontati con un utilizzo in massa della ricetta digitale, e stiamo affrontando tutte le criticità che incontriamo insieme alla Regione. Sicuramente qualche difficoltà è derivata dal fatto che il Sar, la piattaforma regionale, è più complicata del Sac, quella centralizzata, ma la criticità maggiore riguarda la disponibilità della connessione veloce in alcune zone: la Regione ha ribadito l’impegno, eventualmente anche attraverso la fornitura di una connessione satellitare, ad agevolare le farmacie in digital divide a suo carico». Per il webcare «abbiamo messo a disposizione delle farmacie la piattaforma - che mette in contatto Asl, Mmg, specialisti e farmacie - per dare la possibilità a tutti di erogare i presidi per i pazienti con diabete e stiamo risolvendo le criticità che, come è naturale, si pongono, in modo da rendere il lavoro dei colleghi il più rapido possibile. Al momento l’iniziativa riguarda in particolare i dispositivi per l’autocontrollo della glicemia ma l’intenzione è di allargare man mano a tutte le tipologie di prodotto. Parlando con i colleghi che sono già partiti, è emerso che il sistema è tutto sommato semplice e non invasivo per i titolari. Inoltre, il progetto ha riscosso il favore delle associazioni dei pazienti con diabete, con le quali stiamo collaborando». D’altra parte il sistema permette delle economie: «Pazienti e medici non perdono tempo e anche la Regione risparmia attraverso l’ottimizzazione delle risorse, dal momento che viene erogata al paziente un quantitativo validato».

Francesca Giani


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO