Sanità

dic12011

Finanziamenti alla ricerca fermi da dieci anni

In termini di finanziamento alla ricerca negli ultimi dieci anni poco o nulla è cambiato nel nostro Paese: nel 2000 la percentuale era pari all'1,1% del totale e nel 2011 il valore oscilla tra l'1,1% e l'1,3%, con uno 0,6% proveniente da fondi pubblici e 0,5% da privati.

In termini di finanziamento alla ricerca negli ultimi dieci anni poco o nulla è cambiato nel nostro Paese: nel 2000 la percentuale era pari all'1,1% del totale e nel 2011 il valore oscilla tra l'1,1% e l'1,3%, con uno 0,6% proveniente da fondi pubblici e 0,5% da privati. È quanto emerge da uno studio dell'Istituto per la competitività (I-Com), presentato al Senato dalla fondazione Lilly. «L'investimento in ricerca e sviluppo è sotto la media dei paesi Ocse» afferma Andrea Lenzi, presidente del Consiglio universitario nazionale (Cun), «e il settore trainante risulta essere quello biomedico, a cui è destinata la quota più alta degli investimenti, pari allo 0,078 % del Pil». Un altro aspetto preoccupante è che in Italia manca un'organizzazione centrale in grado di seguire il destino dei finanziamenti e questa assenza impedisce che i fondi vengano raccolti e distribuiti secondo criteri meritocratici. I nostri ricercatori rimangono comunque tra i migliori «presenti nell’1% delle ricerche più citate al mondo». Anche se l'Italia è in fondo alla classifica per numero di brevetti sviluppati in patria e sale drasticamente per produttività di brevetti all'estero. Tanto che, è stato calcolato, ogni anno l'Italia perde oltre un miliardo di euro di ricchezza, generato dai 243 brevetti che i nostri migliori 50 cervelli producono all'estero. Un valore che proiettato a 20 anni arriva a toccare quota 3 miliardi di euro. Solo nell'ultimo anno sono state brevettate 8 scoperte dai 20 migliori ricercatori italiani fuori dal suolo nazionale, per un valore di 49 milioni di euro.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO