omeopatia

dic132010

Fitopreparati e integratori: naturali non significa sempre sicuri

Il sistema di sorveglianza dell'Istituto superiore di sanità ha registrato numerose reazioni avverse associate all’uso a scopo dimagrante di integratori alimentari e prodotti a base di piante officinali. Per esempio l'assunzione di un preparato con arancio amaro, che contiene sinefrina, può causare tachicardia o ipertensione. Altra sostanza a rischio è il fucus «che può stimolare la produzione di ormoni tiroidei», afferma Annabella Vitalone, del dipartimento di Fisiologia e Farmacologia dell'università la Sapienza di Roma. È rischioso anche assumere prodotti contenenti fibre. «Le fibre liquide hanno il compito, se assunte con l'acqua» sottolinea Vitalone «di gonfiarsi nello stomaco e dare un sensazione di sazietà. È possibile che queste fibre portino a occlusioni intestinali». Anche la funzionalità del fegato rischia di essere compromessa. È il caso di una reazione avversa in cui la pianta Garcinia cambogia contenuta in un prodotto dimagrante ha causato una reazione letale in una donna provocandole una necrosi massiva del fegato. Effetti sul sistema nervoso sono stati rilevati per l'uso di un prodotto con la Coleus Forskoli, una pianta poi risultata contaminata, che ha dato luogo alla sindrome anticolinergica tipica dell'atropina, mentre reazioni avverse per la cute, come rossori, allergie e persino orticaria, sono state documentate in seguito all'assunzione di prodotti contenenti ginko biloba. «L'effetto negativo potrebbe essere frutto di un'interazione con altri farmaci o per patologie preesistenti e non aiuta l'alto numero di componenti dei prodotti naturali» prosegue Vitalone «ma in molti degli oltre 500 casi osservati dal sistema di sorveglianza, si è riscontrato un uso improprio di questi prodotti».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO