Sanità

ott202021

Fondo Sanitario Nazionale. Cdm approva incremento. Speranza: chiusa stagione dei tagli

Fondo Sanitario Nazionale. Cdm approva incremento. Speranza: chiusa stagione dei tagli

Consiglio dei ministri: approvato l'incremento del Fondo Sanitario Nazionale, rispetto al 2021, di 2 miliardi in ciascun anno fino al 2024. Speranza: si arriverà a 128 miliardi complessivi. La stagione dei tagli è definitivamente chiusa

Tra le principali linee di intervento che verranno declinate nel disegno di legge di Bilancio, illustrate nel "Documento programmatico di bilancio per il 2022" approvato ieri dal Consiglio dei ministri è previsto l'incremento del Fondo Sanitario Nazionale, rispetto al 2021, di 2 miliardi in ciascun anno fino al 2024. "Nuove risorse -afferma il Governo in una nota - sono destinate al fondo per i farmaci innovativi e alla spesa per i vaccini e farmaci per arginare la pandemia Covid-19". Un impegno confermato anche dal ministro della Salute, Roberto Speranza a portare il Fondo sanitario nazionale a 128 miliardi nel 2024: "Quando sono diventato ministro della Salute il fondo sanitario nazionale aveva circa 114 miliardi di euro - scrive nel suo profilo Facebook -. Oggi siamo arrivati a 122 miliardi con una crescita in pochi mesi che non si era mai vista prima. Ora confermiamo gli investimenti fatti che diventano permanenti e ci impegniamo ad accrescere ancora il fondo di 2 miliardi nel 2022, di 4 nel 2023 e di 6 nel 2024 quando si arriverà a 128 miliardi complessivi. La stagione dei tagli è definitivamente chiusa".


Fofi: fine della stagione dei tagli al Servizio sanitario

Positive le reazioni dal mondo sanitario e istituzionale che leggono nelle parole de Ministro "la fine della stagione dei tagli al Servizio sanitario, e al sistema salute nel suo complesso". È infatti questo il commento che arriva dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani che "saluta questa decisione del Governo come un elemento fondamentale per la tutela della salute ma anche per la ripartenza e la crescita dell'Italia". Come dimostrato dalla crisi pandemica, - scrive la Fofi - un Servizio sanitario forte, inclusivo, e presente in tutte le aree del Paese è una conquista irrinunciabile e un pilastro del benessere della collettività, della coesione sociale e dell'economia. La nostra professione può dare un contributo decisivo al rafforzamento e all'evoluzione del Servizio Sanitario. Nell'assistenza territoriale, dove occorrono le risorse per stabilizzare il ruolo della farmacia dei servizi come presidio di prossimità e attuare la riforma della remunerazione, indispensabile per riportare tutti i farmaci nella distribuzione territoriale, là dove il cittadino può più facilmente accedervi. Nelle strutture di ricovero, dove è un dato di fatto che occorre potenziare il ruolo dei farmacisti ospedalieri, aumentando le assunzioni e prevedendo per gli specializzandi in farmacia ospedaliera lo stesso trattamento economico e previdenziale previsto per quelli di area medica. Quello nella salute è il miglior investimento possibile, e i farmacisti italiani sono fin d'ora in prima linea per far sì che le risorse che ora vengono messe in campo diano i frutti che tutti si attendono".


Farmacie: assicurata la certezza di risorse economiche

Plauso anche da Federfarma che "accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Ministro Speranza". "La misura - si legge in una nota del sindacato delle farmacie - ha certamente una portata storica che chiude definitivamente la stagione dei tagli alla sanità e attraverso di essa viene assicurata certezza di risorse economiche per la programmazione della spesa sanitaria degli anni a venire". «Va dato atto - dichiara il Presidente di Federfarma Marco Cossolo - a tutte le Istituzioni e ai soggetti a vario titolo competenti per materia e, in primis al Ministro Speranza di aver raggiunto un traguardo di fondamentale importanza per garantire e tutelare i bisogni di salute della cittadinanza, sia con riferimento al contesto emergenziale ancora in atto sia per quanto attiene ad una visione prospettica della futura assistenza sanitaria. Siamo certi che nell'ambito dei criteri di riparto del Fondo sanitario nazionale verrà riservata la massima attenzione per la spesa farmaceutica e, al suo interno, per l'ulteriore valorizzazione del ruolo svolto dalle farmacie italiane quali presidi sanitari sul territorio».


Medici: rivoluzione che dimostra la volontà di investire in sanità

Per i medici, si tratta di «quell'inversione di rotta che avevamo già registrato con la Legge di Stabilità varata a fine 2019, e che porta a considerare la sanità come un investimento sulla vita delle persone e non come un costo» questo il commento di Filippo Anelli Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici. «Una piccola, grande rivoluzione che dimostra la volontà di investire costantemente nella salute dei cittadini, al di là delle emergenze. Promessa mantenuta, dal ministro Speranza».


Regioni: ora fondi per coprire i costi COVID già sostenuti

L'aumento progressivo e costante della dotazione del Fondo sanitario nazionale è «un'ottima notizia per accompagnare la stagione degli investimenti strutturali previsti dal PNRR con interventi di rilancio e innovazione della nostra sanità dopo questo periodo di emergenza pandemica che si sta alleggerendo grazie alla campagna vaccinale», commenta il coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Raffaele Donini (Assessore dell'Emilia-Romagna), dopo la decisione assunta dal Consiglio dei ministri. «Accanto a questa progressione delle risorse del fondo sanitario nazionale, prevista per il prossimo triennio, che può davvero garantire una pagina nuova per la sanità, dev'essere però accolta pienamente da parte del Governo - aggiunge Donini - anche la richiesta delle Regioni per l'ottenimento dei fondi necessari a coprire i costi COVID già sostenuti per l'emergenza nel corso del 2021».

Simona Zazzetta
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi