Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Da Coop nuovi farmaci a marchio e messaggi pro liberalizzazione
Administrator
#1 Inviato : giovedì 23 aprile 2015 6.53.04(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 2.095

DA COOP NUOVI FARMACI A MARCHIO E MESSAGGI PRO LIBERALIZZAZIONE


La liberalizzazione avrebbe generato risparmi per consumatori e famiglie italiane e ora speriamo in una mobilitazione dell'opinione pubblica per ottenere modifiche al ddl concorrenza. Sono questi alcuni dei contenuti al centro di una comunicazione effettuata da Coop attraverso il mensile dei soci Consumatori, numero di aprile, e i sito. La liberalizzazione della fascia C, si legge, «avrebbe consentito di far risparmiare ai consumatori e alle famiglie italiane 700 milioni di euro». Dall'«esperienza...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

Sponsor  
 
giuseppe leone
#2 Inviato : giovedì 23 aprile 2015 6.53.04(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Credo non sia più derogabile una corretta informazione del cittadino attraverso la rete delle farmacie, che Federfarma avrebbe dovuto iniziare già da tempo ed il cui ritardo è davvero incomprensibile. Non costa nulla e potrebbe rendere moltissimo. Al bando poi questa mistificazione della fascia C, la fascia C NON ESISTE, esiste una rete di farmacie sottoposte a mille obblighi che sono le farmacie convenzionate e potrebbereo esserci, in parallelo, le farmacie non convenzionate ( attualmente definite parafarmacie) che non avrebbero obblighi e che a parte la dispensazione dei medicinali ritirabili con ricetta SSN sarebbe in grado di dispensare tutto, anche la cosiddetta fascia A. Mi spiego meglio. Nel momento in cui un cittadino, munito anche di una ricetta in carta libera o SSN, si recasse in parafarmacia e intendesse pagare di tasca sua una confezione di ADALAT, per sua scelta, la parafarmacia potrebbe dispensarlo o no? io penso di si ! ma l'ADALAT non è un farmaco di fascia A? Immaginiamo allora la pianta organica...., le distanze...... i costi...... i turni......e poi ritrovarti al fianco una parafarmacia - pardon una FARMACIA NON CONVENZIONATA- che non ha avuto i tuoi costi e che a lungo andare con la riduzione dell'apporto del SSN e con la " fantasia" di molte regioni diventerà in tutto e per tutto somigliante alla tua, pagata chissà quanto e con quanti sacrifici. Evviva sarebbe la balcanizzazione della farmacia, autentico far west della farmaceutica del tutti contro tutto, con buona gloria delle regole e della salute del cittadino. ....e per cortesia non chiamatemi cassandra!!! Giuseppe Leone
cesena cesena
#3 Inviato : giovedì 23 aprile 2015 7.29.17(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 87
Volevo solamente commentare alcuni dati forniti da Coop, dati che risultano essere molto generici e che meriterebbero una maggiore chiarezza, magari richiesta dalla stessa Federfarma nazionale

1) apprendo di una differenza fino al 30% rispetto ai farmaci sop ed otc venduti in farmacia; Coop non cita nessun dato, e proviamo a ricostruire i dati partendo dai prezzi medi della farmacia; potrebbe essere corretto usare pp di € 4,50 per la confezione di aspirina 10cpr effervescente

la farmacia acquista da Bayer al miglior prezzo di costo qs prodotto a € 2,87 netto iva; se viene venduto a € 4,50 l'utile al netto dell'iva è di € 1,22 euro, che corrisponde ad un utile del 29,82%, di poco superiore all'utile minimo del 26% richiesto dagli studi di settore.

se supponiamo una differenza del 30% allora coop vende qs aspirina a 3,15 €; se la farmacia usa lo stesso pp, in base al costo di prima arriva ad un utile davvero curioso: 3,15/1,1= 2,86-2,87, quindi un numero negativo....chiedo a Coop quindi a quanto acquista aspirina, visto che la farmacia a meno di 2,87 nn puo' comprare

2) aspirina generica: la farmacia vende il generico a 3,00 €, ossia il prezzo del 2005;

3) informo Coop che invece sul farmaco di classe A, ad esempio un ramipril da 2,5mg che ha un pp2,85 euro, la farmacia ha uno sconto max per legge che porta a 1,52 netto iva di costo; una farmacia urbana, applicando gli sconti al ssn , riceve dal ssn € 2,77 iva compresa; quindi se il costo è 1,57x10%= 1,72€ alla fine l'utile è di € 1,05

4) comunico a Coop che le farmacie italiane ad oggi hanno un problema di dispensazione dei farmaci in classe A, in quando ad oggi un paziente dimesso da un ospedale in terapia con un farmaco x NON riesce ad approvvigiornarsi in quanto il farmaco, venduto un mese fa, NON è mai stato reperito dal grossista in qs mese, e ad oggi dalla Lombardia alla Basilicata passando per Roma NON esiste un solo pezzo in un deposito; la ditta contattata NON evade ordini diretti in quanto secondo lei il farmaco copre di molto il fabbisogno italiano: peccato che il prodotto in oggetto è stao consegnato nel mese di marzo nella misura di un pezzo settimana, a settimane alterne, nei singoli depositi....un pezzo a settimana; nei mesi passati solo l'intervento di aifa ha sbloccato la situazione, aifa che ha dimostrato una ottima risposta alle necessità delle farmacie. qs è la realtà distributiva in italia, da almeno 3 anni a qs parte....

farmaci per la malattia di Parkinson sono irreperibili dal grossista da almeno un anno, solo con il servizio emergenza, lo stesso vale per inibitori della hmgcoa reduttasi, eparine a basso peso molecolare, farmaci per la Bpco , e potrei continuare...ormai tutti i giorni ci si attiva per reperire i farmaci in servizio emergenza, spesso dopo che la ditta ha richiesto la comunicazione alla asl ed alla regione della mancanza, spesso dopo che la ditta ha richiesto i codici delle ricette....peccato che le ditte NON evadono ordini per reintrego, e quindi se la farmacia è a 0 ed il paziente deve iniziare la cura, egli deve iniziare un giro spesso inftuttuoso tra le varie farmacie....

5) comunico infine a Coop che le farmacie in genere sono congrue e coerenti con gli studi di settore, e con i prezzi di vendita che applicano e con gli sconti che fanno, se arrivano ad un ricarico di 1,41 hanno un utile del 29,07% a fronte di un utile minimo richiesto dagli studi di settore dell'1,37, ossia un utile del 27% (i cluster sono diversi, è indubbio e qui gradirei le esperienze di altri colleghi)
cesena cesena
#4 Inviato : giovedì 23 aprile 2015 7.29.54(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 87

giuseppe leone ha scritto:
Credo non sia più derogabile una corretta informazione del cittadino attraverso la rete delle farmacie, che Federfarma avrebbe dovuto iniziare già da tempo ed il cui ritardo è davvero incomprensibile. Non costa nulla e potrebbe rendere moltissimo. Al bando poi questa mistificazione della fascia C, la fascia C NON ESISTE, esiste una rete di farmacie sottoposte a mille obblighi che sono le farmacie convenzionate e potrebbereo esserci, in parallelo, le farmacie non convenzionate ( attualmente definite parafarmacie) che non avrebbero obblighi e che a parte la dispensazione dei medicinali ritirabili con ricetta SSN sarebbe in grado di dispensare tutto, anche la cosiddetta fascia A. Mi spiego meglio. Nel momento in cui un cittadino, munito anche di una ricetta in carta libera o SSN, si recasse in parafarmacia e intendesse pagare di tasca sua una confezione di ADALAT, per sua scelta, la parafarmacia potrebbe dispensarlo o no? io penso di si ! ma l'ADALAT non è un farmaco di fascia A? Immaginiamo allora la pianta organica...., le distanze...... i costi...... i turni......e poi ritrovarti al fianco una parafarmacia - pardon una FARMACIA NON CONVENZIONATA- che non ha avuto i tuoi costi e che a lungo andare con la riduzione dell'apporto del SSN e con la " fantasia" di molte regioni diventerà in tutto e per tutto somigliante alla tua, pagata chissà quanto e con quanti sacrifici. Evviva sarebbe la balcanizzazione della farmacia, autentico far west della farmaceutica del tutti contro tutto, con buona gloria delle regole e della salute del cittadino. ....e per cortesia non chiamatemi cassandra!!! Giuseppe Leone

ormai è già cosi...la famosa farmacia dei servizi spesso diventa "trucco e parrucco"; ormai facciamo di tutto, dall'holter all'ecg, passando per la foratura delle orecchie; e la farmacia nn convenzionata esiste già, necessita solo della C, ma esiste senza nessuna pianificazione del territorio, in quanto dal 2006 non è stato preso in considerazione qs aspetto, volutamente (?) e quindi vi sono le farmacie nn convenzionate che vogliono la C al fine di aumentare un fatturato che spesso è basso e le farmacie che in quelle realtà possono avere difficoltà in quanto non è solo il sop e lìotc ma anche il parafarmaco che subisce variazioni in meno. poteva avere un senso la limitazione Monti che al di sotto di un numero di abitanti la C nn poteva essere venduta in quanto avrebbe potuto creare sofferenza alla farmacia? secondo alcuni si, secondo altri pioteva essere anticostutuzionale....quale puo' essere la convivenza della farmacia e della farmacia nn convenzioanta in una realtà dove il ssn si appresta a varare un prezzo di riferimento nn per molecola ma per classe terapeutica, ad esempio i prazoli? (dosaggo + basso di tutti i prazoli, prezzo di riferimento della molecola a costo + basso, ex omeprazolo da 10mg)

ENRICO USVELLI
#5 Inviato : giovedì 23 aprile 2015 9.17.15(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 136

Ammesso e non concesso che facciano gli sconti che dicono anche sulla fascia C, li faranno su quello che avranno in assortimento, per il resto come al solito il cliente si dovrà arrangiare. Facile fare i brillanti con quanto è remunerativo e il servizio (farmaci poco prescritti e turni) lasciarlo alle esose farmacie!

Gianluca Becchini
#6 Inviato : giovedì 23 aprile 2015 11.53.03(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 381

...risparmi che ... se ne andranno tutti in altre medicine,o ospedalizzazioni,per rimediare alle INTOSSICAZIONI  da farmaci che si avranno causa la perdita definitiva di ogni controllo sulla vendita di prodotti potenzialmente pericolosi come i medicinali soggetti a prescrizione.

cesena cesena
#7 Inviato : mercoledì 29 aprile 2015 9.45.27(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 87

29-04-2015

Ormai il refrain delle prx settimane sarà sicuramente la fascia C, alla luce delle dichiarazioni del Ministro Guidi e dell'onorevole Tabacci; confermo che ormai il sistema distrbutivo della fascia A è al collasso, e quindi sarebbe auspicabile oltre alla fascia C una seria riflessione sulla fascia A, stante il fatto che è ASSURDO che il farmacista per reperire dell'INSULINA debba prima segnalare la carenza, poi inviare richiesta alla ditta che invia la grossista che invia alla farmacia. Qs vale per moooooti farmaci, in alcuni casi la ditta consegna 3 pezzi ad aun deposito che serve 700 farmacie, in altri casi la ditta non fa servizio mancanti, in altri casi i farmaci sono contingentati a 5 pezzi / mesi ed altri bizantinismi del genere. Ma il problema risulta essere la C, che mai pero' viene collegata allla eventuale capillarità dell'esercizio di vicinato......chissà come mai :) Le ns farnacie sono aperte, se il minstro vuole essere cortese di trascorrere una giornata alla ricerca dei farmaci mancanti da una vita noi saremo felici di ospitarLa .

cesena cesena
#8 Inviato : lunedì 4 maggio 2015 23.16.23(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 87

04-05-2015

Terminato l'ennesimo bizantinismo per reperire i soliti farmaci che sono anni in rottura di stock....segnalazione Asl, compilazione el modulo, invio del modulo e religios attesa....qs voltà è ok, in quanto in qs caso il servizio emergenza è libero, ossia n volte in un mese; quando invece la ditta ti risponde che "sa dottore, Lei ha gia fatto un ordine al mese, e quindi i 2 (due!!!!!!!) pezzi li ha già acquistati e quindi deve aspettare il mese prossimo": il mese prossimo, 2 pezzi /mese, ma davvero l'Italia sta correndo "ad minchiam"??? (scusate il latino, ma quando è troppo è troppo!!!)....Per la precisione, dal 27 aprile ad oggi NON è stato possibile reperire un solo pezzo di INSULINA in tutta Italia, da Milano a Potenza, passando per Roma....nonostante le segnalazioni; ottimo, continuiamo cosi' che tutto va bene....davvero bene....ora vi lascio, il modulo X mi aspetta, visto che nuovamente il solito prodotto è mancante....la domanda sorge spontanea: ma in qs Italia di codesta situazione vergognosa importa a qualcuno? oppure devo davvero credere che lo sfascio sia definitivamente compiuto?

cesena cesena
#9 Inviato : lunedì 4 maggio 2015 23.52.09(UTC)
Rank: Advanced Member
Messaggi: 87

 

qs ad oggi è la realtà della Gdo:

http://phastidio.net/201...lhrg+%28Phastidio.net%29

Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.