Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Vitamina D, Aifa: con Nota 96 calo consumi e più appropriatezza
Administrator
#1 Inviato : giovedì 22 ottobre 2020 15:16:37(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 2.533

VITAMINA D, AIFA: CON NOTA 96 CALO CONSUMI E PIÙ APPROPRIATEZZA


I dati su consumi e spesa dei farmaci a base di vitamina D registrano nei primi nove mesi di applicazione della Nota 96 una diminuzione di oltre il 30%. Il monitoraggio dell'Agenzia italiana del farmaco I dati su consumi e spesa dei farmaci a base di vitamina D registrano nei primi nove mesi di applicazione della Nota 96 una diminuzione di oltre il 30% e "suggeriscono un recupero nell'appropriatezza prescrittiva di questa classe di medicinali". A dirlo è l'Aifa con riferimento a quanto emerge...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

Sponsor  
 
Silvia Grignani
#2 Inviato : giovedì 22 ottobre 2020 15:16:37(UTC)
Rank: Member
Messaggi: 26
Questa è la scelta più miope e inopportuna che si poteva fare a fronte di una popolazione "vecchia" & per giunta ora reclusa!! Per risparmiare pochi spiccioli spenderemo centinaia di migliaia di euro a curare fratture di femori e cedimenti vertebrali!!! E pochi medici sono sensibili al problema degli adolescenti, in crescita, in didattica e distanza e ,ora, senza attività sportiva! Mi viene da dire che con questo approccio riduzionista ( chi paga gli esami di controllo dalla vit D a tutti coloro a cui non è più prescritta???) e privo di qualsiasi lungimiranza , sì , ci fanno restare vivi ma solo per pagare le tasse!
giovanni colonna
#3 Inviato : martedì 16 febbraio 2021 10:24:12(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 9
Concordo con la scelta miope (io direi da furbetti incompetenti), ma la vitamina D fa molto di più.

L’1,25-diidrossicolecalciferolo, o calcitriolo, è la forma metabolicamente attiva della vitamina D con proprietà quasi-ormonali. Infatti, funziona come un ormone nel regolare vari organi e sistemi con un’azione modulante dell’infiammazione e del sistema immunitario. La sua carenza è stata spesso associata a diabete, infarto, Alzheimer, sclerosi multipla e all’insieme di tutte quelle malattie caratterizzate da processi infiammatori sub-clinici cronici che sfociano in quelle che vengono definite come le malattie dell’uomo moderno. C’è anche un’associazione per il controllo dell’ipertensione.
Ecco perché da una certa età in poi si dovrebbe pensare ad una sua integrazione alimentare, quando la pelle viene meno al suo compito.

Un saluto
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.


chiudi