Ricerca   |    Topic attivi   |    Accedi all'area riservata

Spid e Carta di identità digitale, stretta al loro utilizzo. Ecco i nuovi obblighi per i farmacisti
Administrator
#1 Inviato : martedì 16 febbraio 2021 7.38.31(UTC)
Rank: Administration
Messaggi: 2.151

SPID E CARTA DI IDENTITÀ DIGITALE, STRETTA AL LORO UTILIZZO. ECCO I NUOVI OBBLIGHI PER I FARMACISTI


Con il Decreto Semplificazione il processo di trasformazione digitale del Paese ha avuto un'accelerazione e sono diventate operative le norme sulla digitalizzazione dei servizi pubblici Il processo di trasformazione digitale del Paese ha avuto un'accelerazione proprio a seguito dell'emergenza sanitaria e con il Decreto Semplificazione, convertito in legge a metà settembre, sono di fatto diventate operative le norme relative alla digitalizzazione dei servizi pubblici e ai rapporti tra cittadini...

Per leggere l'intero articolo cliccare qui

Sponsor  
 
Laura Guzzon
#2 Inviato : martedì 16 febbraio 2021 7.38.32(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 1
Soddisfazione??ma che film vedete??Sono talmente contenta di come si sia affrontata la pandemia e talmente soddisfatta di come ogni giorno DALL'ALTO ci trattiate come carne da macello che dopo 20 anni in farmacia ho deciso di chiudere i battenti!Al vento i sacrifici dei miei genitori e uno sfascio della professione in cui ho creduto...
giovanni colonna
#3 Inviato : martedì 16 febbraio 2021 10.01.00(UTC)
Rank: Newbie
Messaggi: 3

Quando si gioca con l’informatizzazione e la digitalizzazione ci deve prima essere un piano organico nazionale generale, chiaro, preciso e con un cronoprogramma ben definito, poi si mettono i fondi a disposizione dell’attuazione, poi si deve creare l’infrastruttura capace di reggere la trasmissione e l’accumulo di una enorme mole di flussi informativi (la parte telematica e di archiviazione), poi si debbono creare i vari processi digitalizzati a carico delle singole amministrazioni (i sistemi software digitalizzati) e infine si deve rendere tutto interoperabile (cioè un documento digitalizzato di un’amministrazione deve poter essere inviato, archiviato e gestito anche da un’altra amministrazione).
Il tutto richiede che i passaggi da una fase all’altra siano rapidi ed efficienti per ottemperare il cronoprogramma. Una gestione differenziata a macchia di leopardo, senza un cronoprogramma è solo indice di incompetenza, mala fede, disservizi e spreco di risorse pubbliche. Cosa che puntualmente accade.

Del resto in un paese con il 55% di persone tra analfabeti totali (5% = 1,65 milioni), scolarizzati tra elementari e medie (31,35 milioni), con appena il 13% di laureati (circa 8 milioni, ma pochi nel settore tecnico/scientifico) e solo un 30% di diplomati (18 milioni) (dati da statistiche ISTAT e CENSIS 2019), di cui il 22% di pensionati (13,2 milioni) e circa 10,7 milioni di ragazzi fino a 18 anni (18% e con una evasione scolastica di circa il 5%), sul totale, cosa vi aspettavate? Senza contare gli analfabeti culturali (con laurea e/o diploma).
Come potete immaginare di andare verso il futuro con 33 milioni di cittadini che a stento sanno leggere, scrivere e far di conto, con un po’ di storia e geografia, e con nessuna possibilità di flessibilità lavorativa o anche di formazione ex novo?

Se avete presente tutto ciò allora capirete perché esiste il Sistema Italia e chi ha un minimo di capacità critiche si deprime sempre di più.

Un saluto

Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.